16 September 2019
Gli anni
1976
1977
1978
1979
1980
1981
1982
1983
1984
1985
1986
1987
1988
1989
1990
1991
1992
1993
1994
1995
1996
1997
1998
1999
2000

1976 - L'ANNO DI NASCITA DI RAIUNO

1976 - L'ANNO DI NASCITA DI RAIUNO

1976: I programmi dell'anno

Nel 1975 la riforma della Rai, voluta dal Parlamento, punta ad una più marcata differenziazione dei canali televisivi. Nel nuovo assetto la Rete 1, erede del Programma Nazionale, ne conserva la propensione generalista ma allo stesso tempo accentua l'attenzione sulla realtà italiana, sintonizzandosi sulle attese ed i desideri del pubblico. 

Il palinsesto viene creato con particolare attenzione al pubblico delle famiglie. La programmazione privilegia sceneggiati e telefilm: una scelta di successo che sarà confermata negli anni a venire.

Per i telespettatori è l'anno di Sandokan, ma anche di Camilla, tratto da un libro di Fausta Cialente e interpretato con delicata sensibilità da Giulietta Masina. Impossibile dimenticare poi un altro sceneggiato che raccoglie davanti al teleschermo oltre 24 milioni di spettatori: Dov'è Anna?, in cui si narrano le vicende di una donna scomparsa (fuggita, rapita o assassinata) che il marito cerca disperatamente di ritrovare.

Nasce, per la conduzione di Corrado, Domenica In... sieme. E’ l'intrattenimento per definizione del pomeriggio festivo, che si affermerà successivamente con il titolo, appena diverso, di Domenica In. Molto si scrive di questo programma: alcuni sostengono che la rete ha ancora una volta intuito il gusto dei telespettatori; altri avanzano l’ipotesi che il consenso di pubblico si debba soprattutto all'austerity che dissuade le famiglie italiane dalla tradizionale gita domenicale con l'automobile, a causa del blocco della circolazione. In ogni caso il programma diviene il riferimento per tutte le trasmissioni analoghe degli anni successivi.

Gli appassionati del quiz salutano il ritorno di Mike Bongiorno con Scommettiamo? che, per il secondo anno, riprende ed aggiorna lo schema del Rischiatutto. Il programma viene applaudito da oltre 25 milioni di spettatori.

Accanto al tradizionale Festival di Sanremo, l'evento principe della canzone italiana, la rete cerca di cogliere anche le esigenze di fasce più definite di telespettatori. Ai giovani viene riproposto Adesso musica, che interpreta le scelte di tendenza per la nuova musica d'oltreoceano.

Un lunedì sera, dopo il classico film, appare - quasi in sordina - un piccolo dibattito in studio condotto in diretta da un giornalista che ha già una lunga esperienza televisiva: il programma è Bontà loro e il conduttore Maurizio Costanzo. Nasce così, anche nella tv italiana, il talk show puro, una formula fortunata soprattutto in America e che lo stesso Costanzo perfezionerà negli anni successivi.

Engineered by RaiNet 2007