26 May 2019
Gli anni
1976
1977
1978
1979
1980
1981
1982
1983
1984
1985
1986
1987
1988
1989
1990
1991
1992
1993
1994
1995
1996
1997
1998
1999
2000

1997 - NON SOLO INTRATTENIMENTO

1997 - NON SOLO INTRATTENIMENTO

1997: I programmi dell'anno

L’anno della morte di Lady Diana e di Madre Teresa di Calcutta è un anno faticoso per il mondo televivisivo italiano: c’è chi parla di una "fuga dalla tv", con un calo della platea televisiva (il 3 per cento in meno nel prime time) per la prima volta dal 1987. Questo però non impedisce a RaiUno di sperimentare e introdurre prodotti innovativi, oltre che di intrattenimento, anche di fiction e approfondimento giornalistico.

Dal 7 gennaio, il martedì in prima serata, va in onda la prima edizione di Pinocchio, per la conduzione di Gad Lerner: un palco itinerante per affrontare l’attualità. Ancora informazione, questa volta orientata al giornalismo storico, con Gli archivi del Cremlino di Arrigo Levi (dal 9 giugno, il martedì e il mercoledì in seconda serata). Il viaggio, in dieci puntate, è all’interno della grande Russia, con moltissime immagini inedite di un secolo di storia.

Sono numerosi anche i nuovi programmi informativi culturali, che spaziano dalle bellezze culturali e paesaggistiche italiane alla curiosità per le antiche civiltà di tutto il mondo, dal cinema al teatro. Il 1997 è infatti la prima volta di Passaggio a nord-ovest di Alberto Angela, di Made in Italy di Federico Fazzuoli, e delle rubriche Effetto cinema e Milleunteatro.

In un certo senso, è da ascrivere alla categoria "informazione" anche l’arrivo a RaiUno di Piero Chiambretti, con il suo Inviato speciale, l’uomo giusto nel posto sbagliato: una striscia quotidiana in onda in coda al Tg delle 20 (dal 29 settembre al 5 dicembre 1997). Anche questo è un programma itinerante, con l'inviato Chiambretti che commenta la notizia del giorno, cercando situazioni e personaggi protagonisti della cronaca, in una surreale cornice alla moda della Cnn.

L’intrattenimento di RaiUno conferma anche formule consolidate, come quella de I cervelloni. Nel 1997 avviene il primo cambiamento "in corsa" nella conduzione del programma legato alla Lotteria Italia (a Fantastico Giancarlo Magalli succede ad Enrico Montesano).

Lo "spettacolo" diventa però da quest’anno, sulla rete ammiraglia, anche occasione di riflessione. E’ il caso ad esempio del film di Steven Spielberg Schindler’s list, trasmesso in prima serata il 5 maggio al culmine di una giornata tematica tutta dedicata alla memoria di uno sterminio. Un altro appuntamento di grande spessore è per RaiUno il concerto diretto da Riccarlo Muti dalla distrutta capitale della Bosnia, in Stasera a Sarajevo.

Nasce il brigadiere più amato della tv italiana: Nino Fogliani, ovvero Nino Manfredi, vedovo sessantacinquenne in pensione e padre del commissario Linda, ovvero Claudia Koll (dal 6 aprile, la domenica in prima serata). Linda e il brigadiere stempera i plot da giallo con toni ed atmosfere della classica commedia all’italiana, e incontra subito l’affetto del pubblico: tanto è vero che negli anni successivi RaiUno produrrà e manderà in onda i sequel: nel ’98 Linda e il brigadiere 2 e nel 2000 Linda, il brigadiere e…

Nel settembre 1997, RaiUno si affaccia anche alla ribalta del web: nasce infatti RaiUno.rai.it, il primo vero sito internet di una rete televisiva italiana. Da allora, il sito della rete ammiraglia della Rai accompagna quotidianamente i telespettatori desiderosi di saperne di più sui loro programmi preferiti.

Engineered by RaiNet 2007