26 May 2019
Gli anni
1976
1977
1978
1979
1980
1981
1982
1983
1984
1985
1986
1987
1988
1989
1990
1991
1992
1993
1994
1995
1996
1997
1998
1999
2000

1998 - TRA CALCIO E FICTION

1998 - TRA CALCIO E FICTION

1998: I programmi dell'anno

E’ l’anno di Francia ‘98, e i mondiali di calcio hanno un posto di primo piano nella programmazionmazione televisiva e negli ascolti: nella classifica dei top ten dell’audience, le dirette delle partite su RaiUno conquistano ben sette posti su dieci (con palma assoluta ad Italia-Camerun del 17 giugno, che raggiunge i 23 milioni 543 mila telespettatori di media). RaiUno dedica all’evento anche una finestra quotidiana , Occhio al Mondiale, realizzata in collaborazione con Raisport e condotta da Giampiero Galeazzi e Antonella Clerici, affiancati da Giorgio Tosatti (da 10 giugno al 12 luglio).

E’ però anche l’anno di Medico in famiglia, la nuovissima fiction di RaiUno, protagonisti Giulio Scarpati e un subito amatissimo Lino Banfi. Il format viene dalla Spagna, ed è quello di una sitcom tutta prodotta in casa, che rappresenta il primo caso in Italia di lunga serialità: otto mesi di impegno per l’adattamento dell'originale canovaccio spagnolo, e un impressionante ritmo di lavoro per più di un anno di riprese, negli studi di Cinecittà. Il vastissimo successo del prodotto porta alla realizzazione di un sequel, che andrà in onda nel 2000.

Sempre sul fronte della fiction italiana, ci sono altri medici sugli schermi della rete: sono Elisabetta Gardini e Enzo De Caro, coppia protagonista di Una donna per amico. Fortemente coinvolti dal loro lavoro (sono entrambi ginecologi nello stesso ospedale), ma in crisi come coppia: le loro vicende fanno breccia nel cuore degli italiani, al punto da conquistare due sequel (Una donna per amico 2 nel 2000 e Una donna per amico 3 nel 2001).

Arrivano su RaiUno, da Raidue, anche Il Commissario Rex, serie austriaca in onda dal lunedì al venerdì alle 14.00 (dal 1999 andrà invece in prima serata, sempre su RaiUno) e Il Maresciallo Rocca 2 (in prima serata per quattro episodi).

L’intrattenimento nel 1998 vede sia conferme che novità. E’ una conferma Raffaella Carrà, che realizza nella prima parte dell’anno il suo terzo Carramba che sorpresa! nella tradizionale collocazione del giovedì sera. Ed è una novità invece il Carramba che fortuna! abbinato alla Lotteria Italia con una formula pensata ad hoc: entrambe le trasmissioni incontrano un grandissimo successo di pubblico (Carramba che sorpresa! del 5 febbraio raggiunge l’ascolto di 10 milioni 251 mila spettatori, Carramba che fortuna! del 28 novembre i 10 milioni 300 mila).

E’ insieme una novità ed una conferma anche In bocca al lupo!. Una conferma per la presenza alla conduzione di Carlo Conti (che già nella stagione precedente aveva condotto il preserale Colorado due contro tutti), e una novità per il format del programma, affidato alla regia di Jocelyn: protagoniste sono due coppie, di parenti, amici o di innamorati, che si sfidano ogni sera entrambe sostenute da un proprio pubblico di tifosi. Non mancano la musica, affidata alle Lupette musiciste, le carte delle Zingara Cloris Brosca e l’oroscopo di Paolo Fox. Il 30 dicembre il programma va in prima serata, raggiungendo gli 8 milioni 429 mila spettatori.

Spazio anche all’informazione, ed in una collocazione inusuale per la rete: con Cara Giovanna, condotto da Giovanna Milella, si sperimenta nel primo pomeriggio di RaiUno un programma giornalistico, che coniuga l’approfondimento dei temi di attualità con l’attenzione ai risvolti umani di ogni vicenda trattata, senza concessioni alla spettacolarizzazione ma con ampio uso di telefonate ed email in diretta.

Continua l’attenzione ad avvenimenti particolari per la vita del Paese e del mondo, che su RaiUno diventano occasioni di spettacolo e di riflessione insieme: nascono così la Serata Israele, dedicata al cinquantesimo anniversario della nascita dello Stato israeliano, e lo speciale Lucio, quante emozioni, trasmesso il 9 settembre per raccontare il lungo percorso artistico di Lucio Battisti.

Evento davvero speciale nella puntata del 13 ottobre di Porta a porta, dedicata ai vent’anni di pontificato di Giovanni Paolo II: il Papa, con una telefonata, interviene per la prima volta in diretta in una trasmissione tv.

Engineered by RaiNet 2007