La tua esperienza radiotelevisiva


La nuovissima area La tua esperienza radiotelevisiva si trova nella parte finale del percorso museale ed è progettata per consentire ai visitatori di provare sul campo alcuni mestieri della tv e della radio, come il cameramen, il conduttore o il regista.

La parete radiofonica è realizzata con le forme e i materiali utilizzati nei più recenti studi di Radio Rai e ne riproduce l’ambientazione. Qui il visitatore-conduttore radiofonico può fare un’esperienza unica: parlare nello storico microfono a granuli di carbone Marconi-Reisz utilizzato dall’EIAR negli anni Trenta, ancora attivo e funzionante!

Il banco regia, completo di mixer audio, mixer video, lettore Beta IMX, unità di controllo, distributore audio-video e monitor 32”, è il luogo da dove partono le indicazioni per lo studio da parte del visitatore-regista, coadiuvato dal suo team di tecnici e assistenti. Dallo schermo più piccolo si possono controllare le inquadrature delle diverse telecamere che riprendono la scena, così il regista ha in ogni momento il controllo di quello che avviene in studio. Il monitor più grande è invece quello della messa in onda. Il programma televisivo, anche registrato, ha dei tempi molto frizzanti: velocità e sincronia sono le qualità che si respirano in una regia.

Il visitatore-cameramen può inquadrare attraverso una telecamera Philips BTS LDK10 i visitatori-conduttori televisivi, che possono scegliere tra due differenti set: l’Albero Azzurro, che nel 2020 festeggia i suoi trent’anni, oppure la futuristica parete giornalistica con la sigla più longeva del Telegiornale, utilizzata dal 1958 al 1970.

Al Museo Radio Tv Rai per un giorno diventi protagonista della radio e della televisione italiana!