RAI VATICANO SPECIALI WEB

REPORTAGE E APPROFONDIMENTI Leggi >>

Dio mio
Il racconto spirituale ed umano di personaggi celebri


L'uomo in bianco
L'UOMO IN BIANCO


14 SETTEMBRE

Il Santo  del Giorno
 

esaltazione della santa croce
SETTEMBRE XIV
 

L'Esaltazione della Santa Croce è una festività della Chiesa cattolica, della Chiesa ortodossa e di altre confessioni cristiane. In essa si commemora la crocifissione di Gesù con il particolare obiettivo di sottolineare la centralità del mistero della croce nella teologia cristiana.

Il termine "esaltazione", in uso sin dal VI secolo per indicare questo rito, è da intendersi sia come «innalzamento» sia come «ostensione». Il termine nasce dal rito che prevedeva l’innalzamento di una croce e la sua ostensione ai fedeli, in ricordo dell’innalzamento di Cristo sulla Croce e dell’ostensione del suo corpo sacrificale. Nella celebrazione eucaristica il colore liturgico è il rosso, colore della passione di Gesù, che nella simbologia cristiana esprime anche il giuramento dei cardinali porporati.

La festività ricorre il 14 settembre, in ricordo del ritrovamento della cera croce del Cristo da parte di sant’elena, avvenuto, secondo una tradizione, il 14 settembre del 327. In quel giorno la reliquia sarebbe stata innalzata dal vescovo di Gerusalemme di fronte al popolo, che fu invitato all'adorazione del Crocefisso.

 

Nel Martirologio si celebrano:
 

S. Cornelio papa
A Roma sulla Via Appia, nella cripta di Lucina nel cimitero di S. Callisto, deposizione di S. Cornelio, papa e martire, che si oppose coraggiosamente allo scisma di Novaziano, riaccogliendo con grande carità numerosi lapsi nella comunione della Chiesa; esiliato dall'imperatore Gallo a Centocelle, patì - come disse S. Cipriano - tutto ciò che poteva patire. La sua memoria si celebra il giorno seguente.

S. Cipriano
A Cartagine, passione di S. Cipriano, vescovo, illustre per santità e dottrina, che resse con maestria la Chiesa in tempi funestissimi, incoraggiò i confessori della fede nelle tribolazioni, e, dopo un duro esilio, regnanti Valeriano e Gallieno, consumò il suo martirio di fronte a moltissime persone, ucciso con la spada per volontà del proconsole. La sua memoria si celebra il giorno seguente.

S. Alberto
Ad Akko in Palestina, ricordo di S. Alberto, vescovo, che, trasferito da Vercelli alla Chiesa di Gerusalemme, redasse la regola per gli eremiti del Monte Carmelo; fu ucciso con la spada mentre celebrava la festa della Santa Croce, da un uomo empio che aveva redarguito.


  I SANTI DEL GIORNO

Rai.it

Siti Rai online: 847