RAI VATICANO SPECIALI WEB

REPORTAGE E APPROFONDIMENTI Leggi >>

Dio mio
Il racconto spirituale ed umano di personaggi celebri


L'uomo in bianco
L'UOMO IN BIANCO


13 OTTOBRE

Il Santo  del Giorno
 

san simberto
OTTOBRE XIII
 

Simberto di Augsburg (700 d.C – Augusta, 13 ottobre 807). E’ stato monaco abate  dell’ Abbazia di Murbach e vescovo di Augusta in Germania al tempo di Carlo Magno. E’ sepolto nel sarcofago all’interno della cappella a lui dedicata nel duomo di Augusta in Baviera ( Germania ).

Non esistono memorie storiche sulla data di nascita di Simberto, o Simpert, che.secondo alcuni scritti era probabilmente nipote di re Carlo Magno e suo stretto confidente e collaboratore. È stato istruito a nell' abbazia di Murbach in Alsazia dove prese i voti vestendo l'abito benedettino e venne eletto abate guidando i confratelli.  Nel 778 fu nominato vescovo di Augsburg dall’imperatore Carlo Magno. Visse alternativamente a Neuburg, nell'abbazia di Staffelsee e ad Augusta. Anche nel periodo in cui era vescovo continuò a governare il monastero benedettino come abate di Murbach e si occupò dello sviluppo dell’Abbazia di Fussen. Consolidò e rafforzò la giurisdizione del suo vescovato e ricostruì la  Basilica dei Santi Ulrico e Afra, Nel contempo, sotto il suo impulso come vescovo, la diocesi e la città di Augusta divennero un centro fondamentale della cultura benedettina con la fondazione della nuova abbazia a  Wessobrun. Con Simperto, inoltre, la diocesi acquisì i territori di Neuburg.

Morì il 13 ottobre 807 e fu sepolto nella Basilica dei Santi Ulrico e Alfa, Nel 1468 fu approvato il suo culto da papa Nicolò V e dal 1624 è patrono di Augusta.

 

Nel  Martirologio  si celebrano:
 

SS. Fausto, Gennadio e Marziale
A Cordoba in Spagna, ricordo dei SS. Fausto, Gennadio e Marziale, martiri, che adornano la città delle loro tre corone.

S. Fiorenzo
A Tessalonica in Macedonia, ricordo di S. Fiorenzo, martire, che venne bruciato vivo dopo aver patito numerosi tormenti.

 

 

  I SANTI DEL GIORNO

Rai.it

Siti Rai online: 847