RAI VATICANO SPECIALI WEB

REPORTAGE E APPROFONDIMENTI Leggi >>

Dio mio
Il racconto spirituale ed umano di personaggi celebri


L'uomo in bianco
L'UOMO IN BIANCO


14 NOVEMBRE

Il Santo  del Giorno
 

san lorenzo O' Tool
NOVEMBRE 14
 

Lorenzo O'Toole ( Castledermot, 1128- Eu, 14 novembre 1180) è stato arcivescovo di Dublino. Canonizzato da papa Onorio III nel 1225. Alcune reliquie sono custodite nella chiesa di San Vittore ad Eu in Normandia.

Nato a Castledermot, contea di Kildare nel 1128, Lorenzo (Lorcan Ua Tuathail) era figlio di Murtagh, capo del clan Murray. Nel 1140 entrò nella scuola monastica di Glendalough e nel 1154 fu eletto abate di quel monastero all'età di venticinque anni.
Eletto arcivescovo di Dublino nel 1162, s’impegno nella riforma della Chiesa. La sua santità personale era ravvivata ogni anno da un ritiro di quaranta giorni nella grotta di s. Kevin a Glendalough.
Quando nel 1169 i Normanni invasero l'Irlanda, Lorenzo venne a trovarsi in una posizione difficile  e durante il secondo assedio di Dublino nel 1170, Lorenzo fu incaricato di negoziare con i Normanni  ma la città fu presa nonostante le trattative.
Quando Enrico II giunse nell'isola e convocò un sinodo a Cashel, Lorenzo accettò la Bolla papale Laudabiliter con cui il papa inglese Adriano II autorizzava Enrico II ad operare in Irlanda ed agì come intermediario tra Enrico e i vari re irlandesi. Partecipò al III concilio Lateranense in Roma nel 1173. Nell'aprile o maggio di quello stesso anno fu nominato da Alessandro III legato papale in Irlanda ed ottenne dallo stesso papa due importantissimi privilegi, uno per Dublino ed uno per Glendalough.
Agli inizi del 1180, Lorenzo si recò in Inghilterra per incontrare Enrico II, portando con sé il figlio del re del Connacht come ostaggio per suo padre. A causa dei privilegi papali che egli aveva ottenuto a Roma fu costretto all’esilio dal Re d’Inghilterra e gli fu concesso di ritornare in Irlanda solo poco prima della morte che lo colse, a causa di malattia, nella casa dei Canonici di San Vittore ad Eu in Normandia.

 

Nel Martirologio si celebrano: 
 

S. Teodoto
Ad Eraclea in Tracia, ricordo di S. Teodoto, martire.

S. Ipazio
A Gangra in Paflagonia, ricordo di S. Ipazio, vescovo, che morì martire per Cristo, lapidato sulla via dagli eretici novaziani.

SS. Nicola Tavelic e compagni
A Gerusalemme, ricordo dei SS. Nicola Tavelic, Deodato Aribert, Stefano da Cuneo e Pietro da Narbona, presbiteri dell’Ordine dei Frati Minori e martiri, che, predicando apertamente nella pubblica piazza, dinanzi ai Saraceni, la religione cristiana, testimoniarono indefessi Cristo Figlio di Dio: vennero bruciati vivi.

S. Stefano Teodoro Cuenot
A Binh Dinh, nella Cocincina, ricordo di S. Stefano Teodoro Cuenot, vescovo della Società Parigina per le Missioni ai Popoli Stranieri e martire, che, dopo venticinque anni di attività apostolica, mentre infuriava la persecuzione dell’imperatore Tu-Duc, gettato nella gabbia dell’elefante, vi perì sfiancato dalle ferite.


  I SANTI DEL GIORNO

Rai.it

Siti Rai online: 847