RAI VATICANO SPECIALI WEB

REPORTAGE E APPROFONDIMENTI Leggi >>

Dio mio
Il racconto spirituale ed umano di personaggi celebri


L'uomo in bianco
L'UOMO IN BIANCO


25 GENNAIO

Il Santo  del Giorno
 

 sant'anania e la conversione di paolo
 
Gennaio XXV

La Conversione di Paolo e Sant’Anania
La Chiesa Cattolica ricorda l'evento della conversione di Paolo con una festa il 25 gennaio.
Anania (Damasco, I secolo a.C- Eleutheropoli, I secolo d.C) è stato un discepolo di Gesù, vescovo di Damasco, la capitale della Siria, che morì nel martirio. Le reliquie di sant'Anania sono attualmente conservate a Roma nella basilica di San Paolo fuori le mura; tranne la testa che fu donata da Carlo IV, re di Boemia, alla cattedrale di San Vito a Praga.
E’ considerato colui che stimolò la conversione e fece recuperare la vista a Paolo di Tarso, soldato romano, che fu da lui battezzato nel cristianesimo. Tradizionalmente Anania è indicato tra i settanta discepoli che furono inviati a predicare nel mondo, la cui missione è ricordata dall’apostolo ed evangelista Luca.
La tradizione artistica successiva ha immaginato la caduta a terra come una caduta da cavallo ma il particolare è assente da tutti i resoconti dell’epoca, sebbene rimanga possibile e verosimile poiché l'evento si verificò durante il viaggio. Si narra che dopo questa “ folgorazione-rivelazione-chiamata (il testo non usa mai il termine metànoia, ossia "conversione") Paolo si recò a Damasco e ricevette il battesimo da un giudeo-cristiano di nome Anania, riacquistando la vista” (Atti 9,10-19; 22,12-16). Secondo il testo biblico fu tramite Anania che Gesù risorto comunicò a Paolo il mandato missionario ai gentili (Atti 9,15) che caratterizzerà il suo ministero successivo.  L'evento è descritto esplicitamente negli Atti degli Apostoli mentre è solamente accennato nelle lettere di San Paolo che, invece, racconta del tentativo di linciaggio a Gerusalemme, sia della comparizione a Cesarea davanti al governatore Porcio Festo e al re Marco Giulio Agrippa II.
Una teoria scientifica moderna sostiene che l'evento descritto nella Bibbia, compresi gli effetti fisici sugli occhi di Saulo, corrisponderebbero perfettamente alla visione di una grossa meteora che potrebbe essere caduta nella zona in quel periodo. 

Nel Martirologio si celebrano anche:

S. Artemate; S. Agileo; SS. Gioventino e Massimino.

 I SANTI DEL GIORNO








 

Rai.it

Siti Rai online: 847