RAI VATICANO SPECIALI WEB

REPORTAGE E APPROFONDIMENTI Leggi >>

Dio mio
Il racconto spirituale ed umano di personaggi celebri


L'uomo in bianco
L'UOMO IN BIANCO


24 FEBBRAIO

Il Santo  del Giorno
 

 san etelberto
 
Febbraio XXIV

Etelberto del Kent, o Ethelbert (552 – 24 febbraio 616 0 618) è stato un sovrano anglosassone, re del Kent nel VI secolo. Nella Cronaca anglosassone viene definito  Bretwalda (titolo con cui si definivano i re dell'antica Britannia).
Figlio di Eormenric, secondo la Cronaca Anglo-Sassone successe al padre sul trono del Kent. Gregorio di Tours, stretto conoscente della regina Ingoberga (madre di Berta, moglie di Ethelbert), lo definisce "un uomo del Kent", indicando che era un re al tempo in cui l’autore scrisse la Storia dei Franchi e quindi che Etelberto divenne re probabilmente attorno al 590.
Nella storia anglosassone si ricorda come, a un certo punto, egli abbia inutilmente cercato di strappare a Ceanwlin il dominio del Wessex. Il suo potere e la sua ricchezza si accrebbe grazie al matrimonio con Berta, figlia del merovingio Cariberto re dei Franchi. Quest'unione  gli procurò un'alleanza con la più grande potenza europea del tempo.
L'influenza di Berta, che aveva portato con sé nel Kent il proprio cappellano Liudhard, potrebbe aver influenzato la scelta di rivolgersi  al papa san Gregorio Magno di inviare dei missionari da Roma.
Sant'Agostino di Canterbury giunse sull'isola di Thanet nel 597 ed Etelberto lo incontrò per la prima volta sotto una quercia: secondo le sue credenze, in questo modo egli avrebbe dissipato tutta la magia che i cristiani avrebbero potuto esercitare. Sebbene una tradizione dica che Agostino abbia battezzato Etelberto appena pochi giorni dopo il suo arrivo nel Kent, una lettera di Papa Gregorio a Berta fa pensare che la conversione del re del Kente non sarebbe avvenuto prima del 601. A prescindere dalla data, ciò che risulta in modo chiaro è che negli anni successivi furono fondate molte chiese e migliaia di persone si convertirono al cristianesimo.
Etelberto creò nel Kent anche il primo codice legislativo anglo-sassone scritto, che prevedeva la protezione della Chiesa e l'istituzione di un complesso sistema di norme e tutele a dimostrazione che il Kent era diventato un regno ben organizzato.
Dopo la morte Etelberto fu canonizzato per il ruolo svolto nella reintroduzione del Cristianesimo in Inghilterra.

Nel Martirologio si celebrano:

S. Evezio
A Nicomedia in Bitinia, passione di S. Evezio, che, sotto l'imperatore Diocleziano, non appena vide affiggere al Foro gli editti contro gli adoratori del vero Dio, infiammato dallo zelo per la fede, dinanzi a tutti, fece a pezzi pubblicamente il libello della legge ingiusta, e per subì il martirio, patendo ogni genere di tormento.

S. Pietro Bibliotecario
A Nicomedia in Bitinia, ricordo di S. Pietro Bibliotecario, martire, che, da vero erede del nome e della fede del beato Apostolo Pietro, le membra distrutte dal fuoco, consumò lieto il suo martirio
 


 I SANTI DEL GIORNO

 
 
 

 

 

 


 

Rai.it

Siti Rai online: 847