RAI VATICANO SPECIALI WEB

REPORTAGE E APPROFONDIMENTI Leggi >>

Dio mio
Il racconto spirituale ed umano di personaggi celebri


L'uomo in bianco
L'UOMO IN BIANCO


7 APRILE

Il Santo  del Giorno 
 

san Giovanni battista de la sal
APRILE VII

Giovanni Battista de La Salle (Reims, 30 aprile 1651- Rouen, 7 aprile 1719) è stato un innovatore nel campo della pedagogia ed è venerato per aver consacrato la sua vita all'educazione dei bambini poveri. Patrono di insegnanti ed educatori.

Ha contribuito a standardizzare le pratiche dell'istruzione in Francia, ha scritto meditazioni ispirate sul ministero dell'insegnamento: un catechismo, testi di "buone maniere" e a altre risorse per insegnanti e studenti. Divenne il catalizzatore e la fonte di molte altre congregazioni religiose che si dedicarono all'educazione e che furono fondate nel XVIII e XIX secolo.

Primogenito di dieci figli, i suoi genitori, Louis de La Salle e Nicole de Moët de Brouillet, appartenevano ad una famiglia nobile e colta. il primogenito.

Il padre voleva che intraprendesse la carriera da giurista, ma Giovanni sentì la vocazione religiosa. Studiò alla Sorbona e al e al seminario di san Sulpizio..

Il 7 gennaio 1667, a soli 16 anni, fu nominato canonico della cattedrale di Reims, venne ordinato sacerdote a 26 anni. L’arcivescovo gli affidò la fondazione di scuole parrochhiali per bambini poveri nella sua città natale. Fondò  una scuola gratuita per i poveri. Nel 1683 lasciò il suo incarico di canonico e fondò una comunità religiosa dedicata all'insegnamento. .

Il 25 maggio 1684 fondò la congregazione dei Fratelli delle scuole cristiane, con particolare attenzione ai ragazzi di strada. Ideò quindi una nuova figura di insegnante, un docente che prende i voti, cioè rinuncia a sposarsi e a formare una sua famiglia e scrisse una sorta di regola creando un primo noviziato nel 1692 a Vaugirard (antico comune del dipartimento della Senna).

Nel 1685 fondò a Reims un seminario per gli insegnanti, organizzato come una vera scuola normale per istitutori. Continuò la sua opera culturale e spirituale scrivendo opere catechistiche e pedagogiche, tra cui Règles de la bienséance et de la civilité chrétienne (1703) per indicare atteggiamenti e comportamenti "cristiani" e socialmente dignitosi e corretti.

Poco prima di morire, lasciò tutti gli incarichi direttivi. Morì nella casa madre della congregazione che aveva fondato a Rouen. Dopo la sua morte, l'istituto continuò a svilupparsi rapidamente in Francia e nel mondo intero.

Giovanni Battista de La Salle fu sepolto nella chiesa di Saint-Sever, un quartiere di Rouen. Nel 1734 il suo corpo fu riportato a Saint-Yon nella cappella del suo pensionato, poi nel 1835 fu traslato in quella della Scuola normale di Rouen. A Reims fu fatta costruire, nel 1898, una chiesa dedicata a lui. Nel 1937 le sue reliquie furono trasferite a Roma.


Nel  Martirologio  si celebrano:

S. Pelusio
Ad Alessandria d’Egitto, ricordo di S. Pelusio, presbitero e martire. 

SS. Teodoro, Ireneo, Serapione e Ammone
A Pentapoli, in Libia, ricordo dei SS. martiri Teodoro, vescovo, Ireneo, diacono, Serapione e Ammone. 

S. Callopio
A Pompeiopoli in Cilicia, ricordo di S. Callopio, martire. 

SS. martiri di Sinope
A Sinope, nella regione del Ponto, ricordo dei duecento SS. martiri, soldati. 

S. Enrico Walpole e B. Alessandro Rawlins
A York in Inghilterra, ricordo di S. Enrico Walpole, della Società di Gesù, e del B. Alessandro Rawlins, presbiteri e martiri, che, sotto Elisabetta I, pervennero alla gloria eterna: imprigionati, crudelmente torturati, ed infine condotti al patibolo, dove furono impiccati e sventrati, in quanto sacerdoti cattolici. 

S. Pietro Nguyen Van Luu
Nella Cocincina, ricordo di S. Pietro Nguyen Van Luu, presbitero e martire, che, condannato a morte sotto l’imperatore Tu-Duc, si recò al patibolo pieno di letizia.

  I SANTI DEL GIORNO

Rai.it

Siti Rai online: 847