RAI VATICANO SPECIALI WEB

REPORTAGE E APPROFONDIMENTI Leggi >>

Dio mio
Il racconto spirituale ed umano di personaggi celebri


L'uomo in bianco
L'UOMO IN BIANCO


21 MAGGIO

Il Santo  del Giorno
 

san  cristobal e compagni
 
MAGGIO XXI

Cristóbal (CristoforoMagallanes Jara ( Totatiche, 30 luglio 1869- Cotolan, 25 maggio 1927) è stato un presbitero messicano che morì martire insieme a 24 compagni durante le persecuzioni contro i cristiani in Mexico. E’ stato proclamato santo da papa Giovanni Paolo II nel 2000.
Cristobal  nacque a Totatiche, nell’Arcidiocesi di Guadalajara il 30 luglio 1869, figlio di Rafael Magallanes Romero e María Clara Jara Sánchez. Era una famiglia di contadini. Sin da piccolo fu devoto del Sacro Cuore di Gesù e della Madonna del Rosario. Entrò come seminarista a Guadalajara nell'ottobre del 1888 e fu ordinato sacerdote all’età di trent'anni. Inizialmente fu cappellano presso la scuola arti e mestieri del Santo Spirito di Guadalajara ed in seguito fu nominato parroco nel suo paese natale.
Nella vita pastorale si è impegnato in questioni sociali, si impegnò anche per i contadini e lo sviluppo rurale, impegnandosi per favorire soluzioni pratiche come la diga La Calderaia per l'irrigazione.  
Fu molto attivo nell'evangelizzazione di una popolazione indigena, gli Huicholes, con diverse missioni popolari, e contribuì anche al ripopolamento di Azqueltán, distrutta durante i moti del Manuel Lozada. Fondò l’ospizio per orfani "Nostra Signora del Rifugio" ed una casa di riposo per anziani. Nel campo dell'istruzione, fondò diverse scuole. Quando i persecutori della Chiesa nel 1916 chiusero il seminario di Guadalajara, si offrì di fondare nella sua parrocchia un seminario per proteggere, orientare e formare i futuri sacerdoti. Nacque così il Seminario Ausiliare di Nostra Signora di Guadalupe,
Dopo lo scoppio della rivoluzione venne accusato di sostenere la ribellione. 
Il 25 maggio 1927 Cristobal Magallanes venne fucilato a Colotlán, nella Diocesi di Zacatecas. Di fronte al carnefice ebbe la forza di confortare il giovane prefetto del seminario, suo compagno di martirio, Padre Agustín Caloca, con il quale aveva condiviso la prigione, dicendogli: «Stai tranquillo, figliolo, solo un momento e poi il Cielo». Poi, rivolgendosi alla truppa, esclamò: «Io muoio innocente e chiedo a Dio che il mio sangue serva per l'unione dei miei fratelli messicani». 

Nel Martirologio si celebrano :

S. Timoteo
In Mauritania, ricordo di S. Timoteo, diacono e martire.

S. Polieuto
A Cesarea di Cappadocia, ricordo di S. Polieuto, martire.

SS. martiri di Pentecoste ad Alessandria
Ad Alessandria d’Egitto, ricordo dei SS. martiri, uomini e donne, che il vescovo ariano Giorgio, sotto l’imperatore Costanzo, sterminò crudelmente nei giorni sacri di Pentecoste.

S. Mancio
Ad Ebora in Portogallo, ricordo di S. Mancio, martire. 

 

 

  I SANTI DEL GIORNO

Rai.it

Siti Rai online: 847