RAI VATICANO SPECIALI WEB

REPORTAGE E APPROFONDIMENTI Leggi >>

Dio mio
Il racconto spirituale ed umano di personaggi celebri


L'uomo in bianco
L'UOMO IN BIANCO


15 NOVEMBRE

Il Santo  del Giorno
 

sant' alberto magno
NOVEMBRE 15
 

Alberto Magno di Bollstädt ( Lauingen, 1206- Colonia, 15 novembre 1280) è stato un vescovo cattolico, scrittore e filosofo appartenente all’ordine domenicano.E’ considerato il più grande filosofo e teologo tedesco del medioevo. Si dedicò ai testi di Aristotele e fu maestro di Tommaso d’Aquino. E’ il santo patrono degli scienziati. Fu canonizzato nel 1931. Sono state pubblicate due edizioni dell’Opera Omnia di Alberto che spaziano dalla filosofia alla scienza e alla religione. Il suo sepolcro è custodito Chiesa di Sant’ Andrea a Colonia in Germania.Figlio minore del Conte di Bollstädt, nacque a Lauingen ( Svezia) e dopo l’ istruzione iniziale fu mandato a proseguire i suoi studi presso l’ Università di Padova. Nell'anno 1223 decise di entrare nell’Ordine dei Predicatori. Iniziò ad insegnare e si laureo in teologia all’Università di Parigi. Tra i suoi discepoli vi fu anche Tommaso d’Aquini che accompagnò il suo maestro a Parigi e nel  1248 tornò con lui al nuovo Studium Generale di Colonia, del quale Alberto era stato nominato Rettore, mentre Tommaso divenne secondo professore e Magister Studentium. Partecipò al Capitolo Generale dei Domenicani tenutosi a Valenciennes nel 1250 elaborando le norme per la direzione degli studi e per la determinazione del sistema di meriti all'interno del suo ordine.Nel 1254, fu eletto provinciale per la Germania.  Nell'anno 1260 fu consacrato vescovo di Ratisbona ma governò la diocesi solamente per due anni preferendo dare le dimissioni per tornare a fare il professore presso lo Studium di Colonia. Nel 1274 fu invitato da papa Gregorio X a partecipare ai lavori del secondo Concilio di Lione, alle cui conclusioni prese parte attiva. Fu molto addolorato dalla morte improvvisa di Tommaso e  nel 1277 quando fu annunciato che l’arcivescovo di Parigi, Étienne Tempier, ed altri volevano condannare gli scritti di Tommaso d’Aquino perché li consideravano poco ortodossi si mise in viaggio alla volta di Parigi, deciso a difendere la memoria del suo discepolo. Mori’ nel 1280 e fu sepolto nella chiesa parrocchiale di sant'Andrea a Colonia.

 

Nel Martirologio si celebrano: 

 

SS. Martiri di Ippona
Ad Ippona in Numidia, ricordo dei venti SS. martiri di cui S. Agostino celebrò la fede e il trionfo; tra loro si ha memoria solo dei nomi di Fidenziano, vescovo, Valeriana e Vittoria.

SS. Guria e Samona
A Edessa in Siria, ricordo dei SS. martiri Guria, asceta, e Samona, che, sotto Diocleziano imperatore, condannati a morte dopo aver subito numerose e crudeli torture dal prefetto Misiano, vennero decapitati.

SS. Marino e Aniano
Nel villaggio di Irschenberg in Baviera, ricordo dei SS. Marino, vescovo, e Aniano, martiri.

SS. Rocco Gonzalez e Alfonso Rodriguez
A Caaró in Paraguay, ricordo dei SS. Rocco Gonzalez e Alfonso Rodriguez, presbiteri della Società di Gesù e martiri, che guadagnarono a Cristo le derelitte popolazioni indigene fondando i villaggi denominati “reducciones”, dove le arti e la vita sociale si coniugassero all’amicizia in Cristo: per questo vennero assassinati con l’inganno da un sicario dello stregone locale. 

S. Giuseppe Mkasa Balikuddembé
A Mengo in Uganda, ricordo di S. Giuseppe Mkasa Balikuddembé, martire, che, prefetto della sala del re, dopo aver ricevuto il battesimo guadagnò molti giovani a Cristo e protesse i fanciulli di corte dai vizi del re Mwenga; per questo motivo, a soli venticinque anni, venne decapitato per ordine del re infuriato, prima vittima della persecuzione scatenata da questo tiranno contro i cristiani.


  I SANTI DEL GIORNO

Rai.it

Siti Rai online: 847