RAI VATICANO SPECIALI WEB

REPORTAGE E APPROFONDIMENTI Leggi >>

Dio mio
Il racconto spirituale ed umano di personaggi celebri


L'uomo in bianco
L'UOMO IN BIANCO


18 GENNAIO

Il Santo  del Giorno
 

 santa margherita d'ungheria
 
Gennaio XVIII

Margherita d'Ungheria ( Fortezza di Clarissa, 27 gennaio 1242- Isola delle Lepri, 18 gennaio 1270) fu una principessa ungherese che divenne suora domenicana. Il culto come beata tributatole sin dalla morte venne approvato da papa Pio VI nel 1879: venne canonizzata da papa Pio XII il 19 novembre del 1943. Le reliquie sono conservate nel convento delle Clarisse a Presburgo (Bratislava).
Figlia del re d'Ungheria Béla IV, nipote di Elisabetta di Turingia, venne educata preso il monastero domenicano di Veszprém ( a nord del lago Balaton in Ungheria ) , nel quale entrò all'età di quattro anni (1246). Sei anni più tardi è stata trasferita al Monastero Domenicano di Santa Maria  fondato dai suoi genitori nell'Isola delle Lepri (ora detta di Santa Margherita) presso Buda (le rovine del monastero sono ancora visibili).
Lì ha preso i voti solenni quando aveva diciotto anni (1260); abbracciata la vita religiosa e divenuta monaca domenicana, ha trascorso il resto della sua vita in quel monastero, dedicandosi alla religione e contrastando tutti i tentativi del padre di organizzare un matrimonio politico per lei con il re Ottocaro II di Boemia. Pregava continuamente  riservando particolare devozione alla Passione di Cristo e all’Eucaristia. Non aveva una grande cultura appena un po’ sopra il livello del saper leggere e scrivere. Margherita si faceva leggere le Sacre Scritture e si affidava alla guida spirituale del suo confessore, il domenicano Marcello, già Provinciale d’Ungheria. 
Aveva uno smisurato amore per la povertà, seguendo la Regola, e la sua vita ascetica la portò ad elevarsi in un grado di vicinanza a Dio da consentirle il dono delle visioni. E’ stata una delle più grandi mistiche medioevali d’Ungheria. Morì il 18 gennaio 1270 nel suo convento dell’Isola delle Lepri, presso Budapest, la sua tomba divenne meta di pellegrinaggi e le furono attribuiti dei miracoli.
Morì ancora giovane, a 29 anni e venne sepolta nel suo monastero, prima delle invasioni dei turchi furono traslate in luoghi più sicuri. 
  
 


Nel Martirologio si celebrano anche:

SS. Successo, Paolo e Lucio; SS. Cosconio, Zenone e Melanippo.


 





 

 

 

 

 

 

 

 


 I SANTI DEL GIORNO

 
 
 

 

 

 


 

Rai.it

Siti Rai online: 847