RAI VATICANO SPECIALI WEB

REPORTAGE E APPROFONDIMENTI Leggi >>

Dio mio
Il racconto spirituale ed umano di personaggi celebri


L'uomo in bianco
L'UOMO IN BIANCO


22 MAGGIO

Il Santo  del Giorno
 

santa rita da cascia

 MAGGIO XXII

Rita da Cascia, al secolo Margherita Lotti ( Roccaporena, 1381- Cascia, 22 maggio 1457) monaca agostiniana fu proclamata santa da papa Leone XIII nel 1900. Il corpo è custodito nella Basilica a lei dedicata a Cascia. E' la Patrona dei  "casi impossibili" e delle donne maritate infelicemente. 
Il luogo di nascita è concorde per Roccaporena, una frazione montagnosa a circa cinque chilometri da Cascia (provincia di Perugia), all'epoca uno dei castelli ghibellini facenti parte del contado del comune di Cascia. Rita sposò  Paolo di Ferdinando di Mancino (o Mancini), forse un ufficiale della guarnigione di Collegiacone, descritto tradizionalmente come un uomo orgoglioso ed irruente. Venne ucciso, forse per vendetta e poco tempo dopo morirono di malattia anche i figli nati dopo il matrimonio.   
Abbandonata anche dai parenti del marito, Rita decise di prendere i voti ed entrare nel monastero agostiniano di Santa Maria Maddalena
La badessa del monastero mise a dura prova la vocazione e l'obbedienza di Rita, facendole annaffiare un arbusto di vite secco, presente nel chiostro del monastero. Il legno, dopo un po' di tempo, riprese vita e dette frutto. Durante i quarant'anni di vita monacale, Rita non solo si dedicò alla preghiera, a penitenze e a digiuni nel monastero, ma uscì spesso per andare in servizio a poveri e ammalati di Cascia.  Secondo la tradizione devozionale, la sera del Venerdì Santo dell'anno 1432, ritiratasi in preghiera della Passione di Gesù, dopo la predica di fra' Giacomo della Marca, avrebbe ricevuto una spina dalla corona del Crocifisso conficcata in fronte. Morì a seguito di grave malattia il 22 maggio 1447.
Gli attributi iconografici più frequenti della Santa si basano sulla stigmate della spina e di prodigi con api sulla culla e rose sbocciate tra neve e ghiaccio.

Nel Martirologio si celebrano : 

SS. Casto ed Emilio
In Africa, ricordo dei SS. Casto ed Emilio, martiri, che portarono a termine nel fuoco la loro passione. 

S. Basilisco
A Comana nel Ponto, ricordo di S. Basilisco, vescovo e martire.

S. Giulia
Sull’isola di Corsica, ricordo di S. Giulia, vergine e martire.

S. Quiteria
Ad Aire-Sur-Adour in Francia, ricordo di S. Quiteria, vergine e martire.

S. Michele Ho Dinh Hy
Nella regione di Annam, in Viet-Nam, ricordo di S. Michele Ho Dinh Hy, martire, che, mandarino, ufficiale dell’imperatore e catechista, fu denunciato come cristiano e per questo decapitato dopo atroci torture.

S. Domenico Ngon
Nella città di An-Xa nel Tonchino, ricordo di S. Domenico Ngon, martire, che, padre di famiglia e contadino, sollecitato dai soldati a calpestare la croce, si rifiutò di farlo e invece l’adorò; essendosi quindi senza paura professato cristiano dinanzi al giudice, fu per questo immediatamente decapitato.


  I SANTI DEL GIORNO

Rai.it

Siti Rai online: 847