rai5_logo.png


Donna, serva della mia casa

In onda Martedì 11 giugno 2013 all'1.35
e in replica domenica 16 giugno 2013 alle 12.55

    » Segnala ad un amico

    Rosaria Bronzetti ci porta dietro le quinte del Teatro Olimpico di Roma dove l’Accademia Filarmonica Romana presenta, in prima esecuzione assoluta, un dittico dal titolo Donna, serva della mia casa. Firma la regia Cesare Scarton, direzione musicale di Gabriele Bonolis, alla guida del Gruppo strumentale Musica d’oggi.

    Si tratta di due opere nuove, commissionate dalla Filarmonica Romana a due compositori, che raccontano storie dei nostri giorni, realmente accadute, di oppressione nei confronti di giovani donne. Due vicende ispirate dalla cronaca del nostro tempo. Il dramma in un atto Fadwa di Dimitri Scarlato racconta l’incomunicabilità tra persone di religioni e costumi diversi e si ispira alla storia di una giovane ragazza musulmana uccisa dal padre perché frequentava un ragazzo italiano. La stanza di Lena favola tragica di Daniele Carnini su libretto della scrittrice Renata M. Molinari, narra una storia di segregazione e umiliazione ma anche di speranza di libertà ispirata alla vicenda di Natascha Kampusch, la ragazza austriaca vittima a 10 anni di un rapimento per cui rimase segregata 8 anni, fino a quando riuscì a fuggire dal suo rapitore.

    Racconta alle telecamere di “Prima della Prima” Sandro Cappelletto: “Quando ho dovuto scegliere un titolo per questo dittico, ho pensato a ‘Donna, serva della mia casa’. Mi rendevo conto che era un titolo provocatorio, ma che purtroppo fotografa ancora in modo preciso la realtà, come ci raccontano le statistiche fornite da Telefono Rosa: il 90% dei crimini avviene nella casa dove l’uomo pretende di essere il padrone costringendo con la violenza la donna ad un ruolo subordinato. Quindi trovo questo titolo ferocemente adatto a raccontare queste due vicende di femminicidio: uno riuscito, l’altro evitato.”

    La regia televisiva di questa puntata è di Christian Angeli.

    GUARDA LA FOTOGALLERY >>

    Rai.it

    Siti Rai online: 847