In evidenza

Simonetta Guarino

Il grande pubblico la conosce soprattutto nei panni di GAIA, la stravagante casalinga di Zelig che, per affrontare le ristrettezze e le difficoltà della vita familiare, si aiuta con calmanti colorati e fughe nel fatato mondo dei saldi dei grandi magazzini. Ma il cabaret non è che una delle passioni di Simonetta Guarino, il cui curriculum vitae sorprende per la ricchezza e la varietà delle esperienze nell'ambito dello spettacolo.

Nata come attrice di prosa - diplomata alla Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova nel 1987 - ha saputo sin dall'inizio affiancare al teatro impegnato, cinema, televisione, radio e cabaret, tutti settori, in verità, coltivati con ottimi risultati.

IL PERSONAGGO GAIA
E’il personaggio che, più di tutti, l'ha fatta conoscere al grande pubblico ed apprezzare dalla critica.
Irrompe sul palco in modo incespicante, con ai piedi enormi pantofole a forma di “teste di mucca”, addosso un logoro cappottino rosso, e in testa una dirompente parrucca bionda a malapena trattenuta da un foulard - che, con ogni probabilità, sa di naftalina.
Ed è subito risata, davanti a questa "matrioska" vivente che piange e ride, ma per motivi assolutamente imprevedibili!
Emozionata allo stesso modo davanti ad uno spogliarello dei “Californian Dream Men” e alle televendite di batterie di pentole, prende botte dal marito per far ridere i figli e salvaguardare la serenità familiare, vive il matrimonio con il suo fantomatico Gino come un male inevitabile, ma alla fine anche irrinunciabile e sogna leggendarie fughe che non vanno mai oltre il reparto surgelati del supermercato, all'interno di quella mitica "terra promessa" che è il "suo" centro commerciale.

TEATRO
2005 Il Naso, per la regia di Tonino COnte
2004 Greta la Pazza, per la regia di Marco Belardi, Alice Underground, per al regia di Giorgio Gallione
2003/2004 I Tarocchi, per la regia di Tonino Conte
2003 “Dialoghi platonici” di Daniele Luttazzi
2001 "La festa delle donne" rappresentato a Siracusa per il Festival Teatrale Estivo,partecipa alla serata Effetto Serra -
2000/01 interprete col Teatro della Tosse di Fotofinish di M. Giorcelli e A. Ottobrino -
2000/01/02 ancora col Teatro della Tosse di Genova lavora in L'omosessuale e la difficoltà di esprimersi
1999/00 lavora al Teatro della Tosse nelle seguenti produzioni “Pantagruel” (tratto da Rabelais) “Excelsior Varieté”,
1998/99 lavora col Teatro della Tosse in Bambini cattivi e Gran ballo Excelsior.
1990/98 ancora per la regia di Marco Parodi, interpreta il personaggio di Onoria in Vestire gli ignudi al fianco di Manuela Kusterman
recita al fianco di Mario Scaccia in La scuola delle mogli e Come vi piace, per la regia di Marco Sciaccaluga.
Lavora, per la regia di Guido De Monticelli, in Enrico IV nel ruolo dell'Ostessa e ne L'Imbalsamatore, per il Teatro Stabile di Genova.
Lavora a fianco di Branciaroli nella Compagnia degli Incamminati nel ruolo di Regana in "Re Lear".
Lavora con la Compagnia del'Archivolto di Genova, per la regia di Giorgio Gallione ne Il mare in un imbuto da Italo Calvino e Snaporaz Fellini

TELEVISIONE
2004 Un ciclone in famiglia, per la regia di Carlo Vanzina, con Massimo Boldi.,Casa e Bottega, fiction con Enrico Bertolino e angela Finocchiaro,Superciro, in onda su Italia Uno
2003 Zelig Circus su Italia Uno
2002 Zelig su Italia Uno
2000/01 Zelig su Italia Uno

CINEMA
2004 In questo mondo di ladri, per la regia di Carlo Vanzina
2003 Barzellette, per la regia di Carlo Vanzina
1989 Fratelli d'Italia, regia di Neri Parenti, con il ruolo della moglie di Massimo Boldi
1990 Classe di ferro, regia di B. Corbucci
1993 Angeli con la pistola, regia di D. Damiani
1998 500, regia di Zingirian

RADIO
Partecipa a numerosi programmi radiofonici RAI, tra cui Gelato con Maria Amelia Monti e Guglielmo 1995 con Raoul Cremona.
1989-90 recita per due sceneggiati radiofonici su RAITRE al fianco di Franco Carli.

Rai.it

Siti Rai online: 847