Debutto clamoroso a Los Angeles per "Il traditore"

Anche Paolo Sorrentino al Chinese Theatre per applaudire Marco Bellocchio al via della campagna americana per gli Oscar® e lo straordinario protagonista del film Pierfrancesco Favino

Un’accoglienza davvero speciale per Bellocchio presentato al pubblico eccellente di Hollywood come un maestro del cinema italiano ma soprattutto “uno dei più grandi cineasti viventi del mondo”.
Applausi anche per Favino che, presentando Il traditore ha detto: “Non c'è niente di cool nella mafia e sono orgoglioso che questo film ne mostri il suo vero volto”. Stasera, proiezione a San Francisco, poi a New York.


Debutto clamoroso al Chinese Theatre di Hollywood per "Il traditore" e per Marco Bellocchio, regista del film candidato dall’Italia agli Academy Awards e Pierfrancesco Favino che ne è lo straordinario protagonista nel ruolo di Tommaso Buscetta. “Bellocchio non è solo un maestro del cinema italiano ma uno dei più grandi cineasti viventi del mondo”, così lo ha presentato al pubblico eccellente di Los Angeles, prima della proiezione, Michael Barker, Presidente e co-fondatore di Sony Pictures Classics, che ha acquisito il film per la distribuzione in America, e il pubblico gli ha reso omaggio con un lungo applauso.
 


Sono orgoglioso di essere qui e colpito da quest’accoglienza così calorosa, ma spero soprattutto che questo film vi piaccia e vi emozioni”, il grazie di Bellocchio che ha lasciato a Pierfrancesco Favino il compito di ‘orientare’ il pubblico americano alla visione di un film che - ha detto - “mostra il vero volto della mafia, niente di cool ma solo un gruppo di persone ignoranti”. Evento promosso con Sony Pictures Classic, il film è stato presentato nella sezione World Cinema dell’AFI Fest 2019 alla presenza di Paolo Del Brocco, Rai Cinema e Simone Gattoni, Kavac Film, e di Anastasia Michelagnoli per IBC Movie di Beppe Caschetto, produttori de Il traditore.

E Bellocchio e Favino, accolti tra gli altri, sul red carpet del prestigioso Chinese Theatre anche da Paolo Sorrentino e tra i molti nomi eccellenti di Hollywood da Martha De Laurentiis e John Savage al montatore Pietro Scalia, hanno così inaugurato la lunga campagna di promozione verso il traguardo degli Academy Awards 2020, una vera e propria maratona che continua già stasera a San Francisco e prosegue subito per New York.

Dopo il successo al Festival di Cannes, venduto in oltre 50 Paesi, il film è ora candidato a 4 European Film Awards premi EFA nelle categorie più importanti (Miglior Film, Regista, Attore Protagonista, Sceneggiatura).

Il film è prodotto da Ibc Movie, Kavac Film con Rai Cinema, in coproduzione con Ad Vitam Production (Francia), Match Factory Productions (Germania), Gullane (Brasile), distribuito in Italia da 01 Distribution, e venduto nel mondo da Match Factory.