radio3

Forlì - 10 giugno

Hot Mex!

Hot Mex!HOT MEX!

Quanti di noi conoscono le fortissime influenze messicane nella cucina del Sud degli Stati Uniti? Io l'ho scoperto adesso, qua nel New Mexico, americano sulla carta e messicano nello spirito: oltre metà della popolazione parla spagnolo e i cibi sono molto simili a quelli sudamericani, messicani in particolare. Prima di tutto, la cucina del New Mexico è la più piccante di quelle Latino Americane, perfino più di quella messicana. La dimostrazione pratica mi fu data in un ristorante chiamato "El Rialto" (non serve alcuna traduzione), quando i miei amici peruviano e colombiano trovarono difficile (perfino loro!) mangiare la cena, lamentandosi che: "La comida està muy picosa". È tipico degli americani far uso abbondante di ogni tipo di salse urticanti per arricchire il sapore dei cibi. Difatti, seppure i cibi del New Mexico siano in sé e per sé molto semplici, essendo costituiti principalmente da verdure cotte (in particolare mooolti fagioli!), guacamole, nachos, quaesadillas (piadine con formaggio fuso) e fajitas (pezzetti di carne con peperoni), il tutto viene automaticamente arricchito di salsine. Io, da italiano, una volta imparato il trucco, ho sempre chiesto che le salse mi fossero servite A PARTE. In genere i camerieri mi guardano strano, come se fossi uno psicopatico intenzionato a uccidere qualcuno. Altra peculiarità della cucina del New Mexico è la quantità di cibi fritti (tra cui imperano le patatine). Anche questo non ha molto a che vedere con la cucina messicana ed è legato piuttosto alla tradizione Usa. In ogni caso, il mix tra differenti culture culinarie contribuisce a rendere il New Mexico diversissimo da ogni altro paese, come ad esempio il pur vicino Texas, che ha come cucina il tex-mex oppure l'Arizona i cui cibi sono quelli dei pueblos dei nativi americani. E se mai vi trovaste di passaggio nel New Mexico sappiate che per farvi capire non avrete realmente bisogno di parlare inglese: qualche parola di spagnolo, un po' di dialetto e di gestualità dovrebero bastare allo scopo. Specialmente nei ristoranti e nelle tavole calde, le parole chiave che permettono di farsi capire sono davvero poche e non si rischia di patire la fame. Gli Stati del Sud degli USA, tra cui il New Mexico, dimostrano che l'influenza della lingua e della cultura (tra cui la cucina) spagnola è in crescente espansione. Se ora la minoranza hispanica è inferiore per numero soltanto alla parte bianca della popolazione, secondo i calcoli del Governo Federale diventerà la parte più numerosa entro il 2050. Ciò sta creando reazioni in una parte degli americani, che vedono messa in pericolo la loro supremazia. La stessa lingua inglese, parlata dal 95% degli abitanti, potrebbe venir messa in minoranza dalla continua avanzata dello spagnolo. Così, la battaglia per la determinazione linguistica e culturale è ormai un fattore importantissimo negli Usa, un elemento che condizionerà sempre più gli sviluppi sociali del paese.

Per maggiori informazioni vi consiglio il libro "English as a global language" di David Crystal.

(Articolo apparso sulla rivista Konrad)