Rai.it
RaiPlay Sound e Rai Radio Techetè

"Radio Sanremo. Nonsolobrutte"

Un podcast sui flop di "successo" al Festival

(none)
Al Festival della Canzone Italiana, a partire dal 1951, sono passati migliaia di brani. Tra quelli che hanno vinto, alcuni sono diventati veri e propri classici, oppure tormentoni di quelli che non si schiodano dalla testa, ma è altrettanto innegabile che in altri casi siano stati fatti degli errori di valutazione: brani finiti in fondo alle graduatorie, o inchiodati in posizioni di mezzo, o addirittura non ammessi alle finali, ma che poi hanno scalato le classifiche e si sono imposti nelle playlist di intere generazioni.
Elisabetta Malantrucco di Radio Techeté, in un Podcast Original, online da oggi, lunedì 23 gennaio su RaiPlay Sound, ha scelto ventiquattro canzoni, uscite tra il 1952 e il 2003, che il Festival di Sanremo aveva ignorato o peggio bocciato senza appello: ieri flop, oggi top. Tra queste ci sono: “4/3/1943” interpretata da Lucio Dalla e dall’Equipe 84, “Che sarà” cantata da José Feliciano e  i Ricchi e Poveri, “Nessuno mi può giudicare” di Caterina Caselli e Gene Petney e “Un’avventura” interpretata da Lucio Battisti e Wilson Pickett, solo per citarne alcune.
All’interno del Podcast anche altri brani, voci del passato e interviste. Tutta la musica è rigorosamente live e presa dalle esibizioni sanremesi, mentre i sottofondi musicali, anch’essi live, sono tratti da “Jazz Concerto”, programma dal vivo di Adriano Mazzoletti degli anni Sessanta. La sigla, anch’essa dal vivo, è l’unica indispensabile eccezione alla regola della mancata vittoria: si tratta di Domenico Modugno che canta “Nel Blu, dipinto di blu”.