Rai.it
RaiPlay

Carlo Petrini: cibo buono pulito giusto

 A "ConverseRai" l'enogastronomo di fama mondiale

(none)
«La gastronomia è ecologia. Io dico sempre che un gastronomo che non è ambientalista è uno stupido. Ma dico anche che un ambientalista che non è gastronomo, è triste. E con la tristezza non si cambia il mondo». Carlo Petrini - enogastronomo di fama mondiale - è il protagonista della nuova puntata di “ConverseRai”, il programma sull’inclusione della Direzione Contenuti Digitali, disponibile su RaiPlay da lunedì 21 novembre. Il fondatore di Slow Food e di Terra Nova spiegherà che la sostenibilità parte dal basso e per questo è importante difendere sia i mercati contadini quanto le botteghe di vicinato che resistono nei piccoli borghi, questo per scongiurare una sorta di desertificazione. Grande amico di Papa Francesco, Carlo Petrini sottolinea l’importanza della sua enciclica Laudato si’: «ho avuto subito l'impressione di trovarmi davanti a un documento di importanza storica, soprattutto quando parla di ecologia integrale: l'umanità si fa male da sola e in particolare ne soffrono i più poveri. Un concetto che il mondo ambientale non aveva mai sviluppato con tanta lucidità». 
Un’intervista autentica, ottimista, in cui per Carlo Petrini il pianeta dei giovani è al centro di ogni considerazione: «la mia generazione ha grandi responsabilità per lo stato attuale delle cose. Io penso che non ci sia tanto da insegnare ai giovani perché questa generazione sostiene alcune cause che chiedono cambi di paradigma, cambi di stile di vita. E le mette in essere sulla propria persona. Questo è straordinario».