Rai.it
Rai Storia

Binario Cinema

Le quattro giornate di Napoli

(none)
Dopo anni di bombardamenti devastanti, Napoli accoglie l’annuncio dell’armistizio dell’8 settembre 1943 come la fine di un incubo. È invece solo l’inizio di una nuova stagione di straordinaria violenza. Le truppe tedesche che occupano la città cominciano ad esercitare il loro potere nei confronti degli italiani con crescente ferocia. Ma, alla fine di settembre, senza alcun coordinamento né comando, la popolazione insorge spontaneamente contro gli oppressori, e in soli quattro giorni, ancor prima dell’arrivo degli alleati, senza alcun aiuto esterno, riesce a liberare la città dai nazisti. E’ il film diretto da Nanni Loy “Le quattro giornate di Napoli”, in onda domenica 25 settembre alle 21.10 su Rai Storia per il ciclo “Binario Cinema”. Tratto da un soggetto di Vasco Pratolini, e sceneggiato da Franco Bernari, Pasquale Festa Campanile, Franciosa, Nanni Loy e Vasco Pratolini, il film è interpretato da Gian Maria Volontè, Jean Sorel, Luigi De Filippo, Pupella Maggio e Aldo Giuffrè. Candidato all’Oscar come migliore film straniero, “Le quattro giornate di Napoli” vinse tre Nastri d’argento: per la regia, la sceneggiatura e la migliore attrice non protagonista (Regina Bianchi).