Rai.it
Rai Storia

Storia della medicina

I volti e i segreti dell'Ars Medica

(none)
Quella dell'arte medica è una storia a mosaico, fatta di vicende antiche che riguardano il corpo e le malattie, che parlano di medici, delle loro idee e dei tentativi di evitare l'esito fatale inventandosi procedimenti empirici o sperimentando rimedi naturali. Ma è anche la storia di come le credenze magiche siano diventate, scoperta dopo scoperta, una pratica scientifica condivisa, controllata e straordinariamente efficace. Un percorso che accompagna la vita dell’uomo dalla sua comparsa sulla terra, raccontato dalla nuova serie “Storia della medicina”, in onda da martedì 10 maggio alle 21.10 su Rai Storia. Quattro appuntamenti per ricostruire alcune grandi battaglie scientifiche vinte, porre interrogativi su quelle ancora da combattere e far rivivere molti dei protagonisti più famosi dell'Ars Medica nel corso della storia: dagli antichi riti terapeutici ai primi interventi chirurgici, dai re taumaturghi all'idea di medicina laica, dalle cure emergenziali sui campi di battaglia ai teatri anatomici delle Università, dai segreti delle erboristerie monastiche alle moderne industrie dei farmaci, dalle grandi epidemie che decimarono imperi alla scoperta dei microrganismi patogeni, fino ai primi modelli di fisiologia patologica e al perfezionamento tecnologico degli strumenti di intervento. 
Nell'antico Egitto, in Grecia e a Roma, la vita media era di 25 anni circa. Per secoli, solo chi superava le cause di morte infantile o le epidemie poteva sperare di invecchiare. Dopo il Rinascimento, la vita media si allungava di una decina di anni. Nell'Ottocento arrivava a oltre 40 anni, grazie soprattutto al miglioramento dell’alimentazione, alle misure di igiene (impianti fognari, abitazioni più spaziose e aerate, acqua potabile, refrigerazione dei cibi) e alla vaccinazione antivaiolosa. Ma la svolta significativa arriva con il Ventesimo secolo, caratterizzato da un’eccezionale accelerazione scientifica. Nel Novecento la vita media quasi raddoppia e raggiunge i 60 anni nel mondo, e circa gli 80 nei paesi sviluppati. In questo dato è racchiusa quasi l'intera storia del progresso medico, perché è tra l‘Ottocento 800 e il Novecento  che si concentrano le scoperte e le innovazioni più importanti.