Rai.it
Rai 1

Meraviglie, la penisola dei tesori

Con Alberto Angela da Monza a Palermo

(none)
Parte dalla Villa Reale di Monza - grandiosa residenza voluta dall’Imperatrice d’Austria Maria Teresa per il figlio Ferdinando, governatore generale della Lombardia - il nuovo viaggio di Alberto Angela per “Meraviglie, la penisola dei tesori”, in onda martedì 11 gennaio alle 21.25 su Rai1. Si tratta di una dimora di 740 stanze, che occupa solo una piccola parte dell’immenso Parco che la circonda. Fu Napoleone Bonaparte, succeduto agli Asburgo, a volerlo così grande: 700 ettari, più del doppio di Versailles. Oggi, come allora, il Parco Reale è il vero polmone verde di Milano e della Brianza e fra suoi viali si allena ancora uno dei calciatori più famosi d’Italia, Sandro Mazzola, che racconta il suo particolare rapporto con Monza e con il Parco. Le vicende legate alla Villa Reale non si esauriscono con Napoleone. Qui a partire dal 1868 ha soggiornato una celebre coppia: Umberto I di Savoia e la moglie Margherita, la prima Regina d’Italia. Sarà proprio lei, Margherita, interpretata dall’attrice Anna Safroncik, a svelare alcuni dei segreti legati ai Savoia. Monza è città di regine e il viaggio alla sua scoperta termina con la più famosa di tutte: Teodolinda, regina dei Longobardi. A lei è dedicata la splendida cappella racchiusa nel Duomo. Un gioiello che ne contiene un altro ancora più prezioso: la Corona Ferrea, la Corona dei Re d’Italia.  
Dai tesori lombardi a Tivoli, un nome che dal ‘500 è sinonimo di meraviglia per la presenza di due gioielli dichiarati dall’Unesco Patrimonio dell’umanità: Villa Adriana e Villa d’Este. Le storie di queste due monumentali ville sono strettamente intrecciate. La prima fu progettata dall’imperatore Adriano per la sua sfarzosa corte, la seconda vide la luce nel ‘500 per iniziativa del cardinale Ippolito II d’Este che, con le statue e i marmi riportati alla luce dall’antica villa romana, realizzò le scintillanti fontane di Villa d’Este. A vestire i panni del cardinale Ippolito d’Este sarà Massimo Wermuller, mentre Francesco Pannofino racconterà il fascino che da sempre esercitano su di lui questi due capolavori del genio italiano. 
Le telecamere di Meraviglie si sposteranno infine a Palermo. Città dai mille volti, crocevia di culture differenti eppur così integrate tra loro, per visitare il castello della Zisa detta “La splendida”, e poi il Duomo di Monreale, entrambi voluti da Guglielmo II. Il sovrano rivivrà nel corso della puntata nei panni dell’attore Vincenzo Crivello. A Monreale, invece, sono protagonisti i mosaici, l’abbraccio del Cristo Pantocratore e il chiostro: il tutto arricchito da un suggestivo intervento di Maria Falcone che evocherà i suoi ricordi più intensi vissuti a Palermo insieme al fratello Giovanni. Molto tempo prima che il magistrato diventasse il simbolo di una terra che lo ha amato e lo ama ancora tantissimo.