Rai.it
Rai

"Save the date" su Rai5 (canale 23)

L'agenda culturale della settimana

(none)
Si apre con la mostra dedicata a Jeff Koons, una delle figure più importanti dell’arte contemporanea mondiale, il nuovo appuntamento con “Save The Date”, il programma di Rai Cultura dedicato ai principali appuntamenti dell’agenda culturale italiana, in onda venerdì 15 ottobre alle 23.00 su Rai5. L’esposizione, fino al 30 gennaio 2022 a Palazzo Strozzi di Firenze, offre una selezione delle più celebri opere dell’artista che, dalla metà degli anni Settanta a oggi, ha rivoluzionato il sistema dell’arte internazionale.
In primo piano anche la messa in scena di “Tradimenti”, dal testo di Harold Pinter, per la regia di Michele Sinisi. Debuttata nel novembre 2019 a Milano e rimasta forzatamente ferma per quasi due anni, vede sul palco Stefano Braschi, Stefania Medri e lo stesso Michele Sinisi, nei panni del marito tradito Robert. Fino al 17 ottobre al Teatro Fontana di Milano e successivamente a Roma, Mirano (Ve), Firenze, Pergine Valsugana (Tr).
Obiettivo, inoltre sulla stagione autunnale dell’Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi che propone, in 10 settimane, 30 concerti. In cartellone anche la Sinfonia n. 4 di Schumann e la Settima di Beethoven con la direzione di John Axelrod; la Nona sinfonia di Mahler Claus diretta da Peter Flor Robert; il Concerto n. 1 per pianoforte, tromba e orchestra d’archi di Šostakovič, solista Nobuyuki Tsujii, e la Terza sinfonia “La Scozzese”, con la direzione di Trevino.
Sempre per la musica colta, spazio al tour del compositore e violoncellista Giovanni Sollima, in partenza il 24 ottobre al Teatro della Pergola di Firenze e successivamente a Roma, Milano, Mantova, Palermo.
In sommario anche il 74° Ciclo di Spettacoli Classici fino al 23 ottobre al Teatro Olimpico di Vicenza, con la direzione artistica di Giancarlo Marinelli dal titolo "Nemesi. Sette le produzioni presentate, di cui cinque in prima assoluta, con titoli assenti da molti anni dal palcoscenico olimpico, come Fedra o Ester, ma anche rivisitazioni irreverenti del mito come Eracle o le Sirene, con una celebrazione di Stravinskij, a cinquant’anni dalla scomparsa del compositore con la sua l’Histoire du Soldat, rivisitata da Giancarlo Marinelli, con un cast inedito di interpreti. 
La puntata si chiude con la presentazione del nuovo libro di Corrado Augias, “Breviario per un confuso presente”.