Rai.it
Rai

Le storie di Passato e Presente

Gli esordi del nazismo

(none)
Le premesse della conquista del potere in Germania di Hitler vengono poste alla metà degli anni ‘20 e hanno il loro perno nel Mein Kampf, pubblicato nel 1925. Un manifesto, un programma, che contiene l’orientamento ideologico del movimento nazista e identifica i propri nemici sul piano razziale, culturale e politico. Gli esordi del nazismo sono al centro di “Le storie di Passato e presente”, con Paolo Mieli, in onda martedì 12 ottobre alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia.
A caratterizzare gli esordi del nazismo è in particolare l’antisemitismo, che il Fuhrer trasformerà in progetto politico. Ma il nazismo, una volta al potere, si scaglierà anche contro tutta la cultura non allineata. Un progetto chiaro dagli esordi del regime nazista, dalla notte del 10 maggio 1933 quando sulle piazze delle città tedesche vengono dati alle fiamme decine di migliaia di libri. Un passaggio che precede di pochi mesi un altro momento cruciale che segna gli esordi del nazismo: la trasformazione del corpo militare delle SS in una sorta di casta fanatica, pronta a seguire ciecamente il Fuhrer nei suoi progetti di guerra e di sterminio.