Rai.it
Rai

Mandela Day, l'omaggio è su RaiPlay

Da Rai Teche i reportage sul Sud Africa di Nelson Mandela 

(none)
18 luglio 1918 a Mvezo, in Sudafrica, nasce un uomo destinato a diventare simbolo di libertà e lotta all’apartheid: Nelson Mandela. 18 luglio 2010, si celebra il primo "Nelson Mandela International Day", giornata mondiale dell'impegno per i diritti umani indetta dall'Onu. Quest’anno, Rai Teche renderà omaggio alla figura del grande attivista e politico sudafricano con un'antologia di materiali d'archivio d'eccezione disponibili su RaiPlay dal 16 luglio. 
Nelson Rolihlahla "Madiba" Mandela (1918-2013), premio Nobel per la pace 1993 e primo presidente nero del Sudafrica, è raccontato attraverso testimonianze ed interviste esclusive, a partire da quella realizzata nel 1990 via satellite da Giovanni Minoli per Mixer solo pochi giorni dopo la scarcerazione dell'uomo politico, per oltre 27 anni detenuto sotto il regime dell'apartheid. Altri servizi, tra cui i reportage firmati da Paolo Di Giannantonio e Rino Cervone per il Tg1, fotografano il grande cambiamento avvenuto nel Paese africano nel giro di pochi anni, dalla liberazione di Mandela nel 1990 alla sua vittoria nelle prime elezioni democratiche nel 1994, passando per il non facile percorso di riconciliazione nazionale tra ex dominatori bianchi e maggioranza nera della popolazione. 
In particolare, con “Tg1 Sette: La parola a Mandela (1992)”, si va nel Sud Africa in cui da poco si era votato sulle trattative per superare il regime di apartheid, a curare il racconto Paolo Di Giannantonio. Rino Cervone invece mostra la nuova vita democratica del paese africano in “Speciale Tg1: Rinascita di una nazione (1994)” reportage realizzato dopo che Il 27 aprile 1994 Nelson Mandela viene eletto presidente del Sudafrica nelle prime elezioni a suffragio universale e senza discriminazioni razziali. Rai Teche ripropone anche “Speciale TG2: La cittadinanza onoraria a Roma (1990)” sulla visita in Italia Nelson Mandela il 15 giugno 1990, occasione in cui ritirò in Campidoglio la pergamena della sua cittadinanza onoraria di Roma, conferitagli dal Consiglio comunale della capitale l'11 novembre 1982, quando il leader nero era ancora detenuto in Sudafrica.