Rai.it
Rai

"La strada per Wembley", l'ultimo successo del "Sogno azzurro"

Sviluppo Nuovi Formati: Colantoni, "racconto umano e sincero di respiro internazionale"

(none)
Oltre 4 milioni di telespettatori e il 21.2 per cento di share: si è conclusa ieri sera, con il successo del docu-film “La strada per Wembley” visto su Rai1 da 4 milioni 133 mila spettatori, la lunga avventura di “Sogno azzurro”, la docu-serie dedicata al dietro le quinte della Nazionale Italiana ad Euro 2020. Per la prima produzione originale della Direzione Sviluppo Nuovi Formati è un risultato che apre a nuove possibilità. “Un anno fa – dice Pierluigi Colantoni, Direttore Sviluppo Nuovi Formati - abbiamo creduto in un sogno e lo abbiamo raccontato insieme alla FIGC, entrando dentro la vite e le storie di un gruppo straordinario. E ora, in una fascia di grande importanza per la Rai, storicamente riservata ai game-show e al varietà è stato introdotto il linguaggio del documentario, utilizzato per raccontare un grande evento sportivo e sociale che ha coinvolto tutti gli italiani. Una scelta che ha reso possibile avvicinare ed entusiasmare un pubblico nuovo ed eterogeneo, come testimonia la reazione sui social di tanti spettatori, spesso giovanissimi, che hanno permesso a Sogno Azzurro di essere l’hashtag più utilizzato su Twitter in Italia per tutta la serata”. Il gradimento dei giovani è confermato dal dato di RaiPlay: il 70 per cento degli utenti che hanno visto il docufilm on demand ha meno di 45 anni, mentre sulla piattaforma “Sogno azzurro” è il docufilm più visto nel genere docu e docu-serie.
“Il tutto – conclude Colantoni - grazie a un lavoro portato avanti per mesi, quando ancora la competizione era lontana, e che ha permesso al gruppo di Sogno Azzurro di guadagnare la fiducia dei calciatori e dello staff della Nazionale, e di entrare in luoghi da sempre proibiti a telecamere e giornalisti. Per produrre un racconto umano e sincero, ma dal respiro internazionale, in grado di appassionare anche chi non segue il calcio ma è interessato alle storie delle persone dietro i grandi eventi”. “Sogno Azzurro, la strada per Wembley”, è stato ideato da Pierluigi Colantoni, scritto da Michele Gambino con Achille Corea, la regia è di Manuele Mandolesi.