Rai.it
Rai

"Rai Orchestra Pops", tra Jonny Greenwood e Frank Zappa

Su Radio3 e in streaming con Ryan McAdams e Alessandro Taverna

(none)
Si apre con il direttore d’orchestra americano Ryan McAdams e il pianista Alessandro Taverna - nel concerto in diretta giovedì 10 giugno alle 20.00 su Radio 3 e in live streaming sul portale di Rai Cultura dall’Auditorium Rai “Arturo Toscanini” di Torino - “Rai Orchestra Pops”, il ciclo dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai che esplora i confini tra linguaggio classico, la scrittura sinfonica, il rock, la musica per il cinema, il crossover e lo swing. 
In apertura di serata due brani del grande compositore americano Frank Zappa, scomparso a Los Angeles nel 1993: Dupree’s Paradise moustache_logo del 1973 e G-Spot Tornado moustach_logo del 1986. Il concerto prosegue con la Suite per oboe e archi tratta dalla colonna sonora del film del 2007 di Paul Thomas Anderson There Will Be Blood (Il petroliere), firmata da Jonny Greenwood, il chitarrista dei Radiohead, noto anche come compositore di musica da film. Nella seconda parte della serata il Piano Concerto n. 1 del compositore inglese Keith Emerson, inclusa nel 1977 nell’album Works Volume 1 della band di rock progressivo Emerson, Lake & Palmer e Taverna propone anche Kaintuck, il Poema per pianoforte e orchestra del 1935 del compositore americano William Grant Still.
Ospite frequente sul podio dell’Orchestra Rai, McAdams è noto per la sua versatilità interpretativa. All’Auditorium Rai di Torino è ricordato per l’esecuzione in forma di concerto dell’opera Mozart e Salieri di Nikolaj Rimskij-Korsakov nel 2011, seguita nel 2015 da quella dei Pêcheurs des perles (I pescatori di perle) di Georges Bizet. Lo scorso febbraio è stato protagonista del Concerto di Carnevale e di un ulteriore appuntamento sinfonico. 
Il giovane pianista italiano Alessandro Taverna, invece, torna a suonare con l’Orchestra della Rai dopo il suo debutto del febbraio 2018. Il pianista veneziano, che conquistò Lorin Maazel durante un recital a New York, e che è stato l’ultimo solista ad esibirsi con il grande direttore a pochi mesi dalla morte, si è affermato a livello internazionale dopo aver vinto il Concorso di Leeds nel 2009. Da allora ha collaborato con orchestre quali la Filarmonica della Scala, i Münchner Philharmoniker, la Royal Philharmonic Orchestra. Nel 2012, per i suoi meriti artistici, è stato insignito dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano del “Premio Sinopoli”. 
Tutti i brani in programma sono eseguiti per la prima volta dall’Osn Rai a Torino.