Rai.it
Rai

Dino Zoff e Milly Carlucci si raccontano a "Dio Mio"

Su Rai Premium (canale 25), in seconda serata

(none)

 C’è chi ha contratto e sconfitto il coronavirus, chi ha lottato contro malattie ostili, chi è stato provato duramente per una perdita importante o chi ha superato dolorosi momenti di sconforto, debolezza, avversità. Tutti, almeno per una volta, credenti o non credenti, hanno esclamato “Dio mio”, confrontandosi con le ragioni ultime dell’esistenza o la fede o l’impegno civile, recuperando il senso profondo della propria vita.Popolari personaggi dello spettacolo, imprenditoria e sport si raccontano in “Dio mio”, il programma in quattro puntate, che nasce dalla collaborazione tra Rai Gold, diretta da Roberta Enni, e Rai Vaticano, diretta da Massimo Enrico Milone. Sabato 12 giugno su Rai Premium (canale 25 del digitale terrestre) alle 23.20, protagonisti della seconda puntata saranno Dino Zoff e Milly Carlucci. Apparentemente così diversi ma simili per la grinta che hanno avuto per raggiungere il successo. Uno taciturno e schivo, l’altra grande divulgatrice ma gelosa del proprio intimo. Dino Zoff e Milly Carlucci hanno in comune i valori che i rispettivi genitori hanno trasmesso loro: concretezza, costanza, serietà, studio, determinazione. Fu la mamma Anna a cucirgli il numero 1 su una canottiera e la nonna Adelaide ad allenarlo tirandogli le susine che il piccolo Dino doveva afferrare. Così nacque la passione di fare il portiere, per il capitano dell’Italia ‘82 che rischiò l’incidente diplomatico quando stava per baciare la regina di Spagna. “In una carriera come la mia – ammette invece Milly Carlucci - i grazie da dire, se sei minimamente consapevole di quello che è successo, sono tantissimi”. I loro “regni”? 7 metri e 23 centimetri, la distanza tra i due pali ed il palcoscenico ma anche la famiglia, la tromba, i nipoti. “Dio mio” è realizzato da Stefano Ziantoni, Carlotta Bernabei e Massimo Piesco. La regia è di Carlotta Bernabei e le interviste sono state curate da Stefano Ziantoni.