Rai.it
Rai

"L'ombra del Piccolo Drago" a Wonderland, Rai4

Puntata speciale, dedicata a Bruce Lee

(none)

Se quella sera di luglio del 1973 un misterioso malore non lo avesse portato via, all’età di 33 anni, quest’anno Bruce Lee avrebbe spento 81 candeline. Ma la sagoma saltellante del “piccolo drago” e il suo inconfondibile kiai, che anticipa il calcio fatale, sono rimasti nella storia e quel ragazzo nato a San Francisco, di origini cinesi, è diventato con una manciata di film un’icona indiscussa e indimenticabile del cinema, nonché nuovo punto di partenza per le arti marziali sul grande schermo. “Wonderland” omaggia il grande Bruce Lee con una puntata speciale in onda su Rai4, canale 21 del digitale terrestre, martedì 4 maggio in seconda serata (ore 23.25) e che anticiperà la parte del ciclo Missione Oriente, dedicato proprio al cinema di Bruce Lee, con i tre film dell’attore prodotti a Hong Kong, proposti ogni venerdì in prima serata a partire dal 7 maggio.
Allievo del leggendario maestro di wing chun Yip Man e fondatore dell’arte marziale jeet kune do, Bruce Lee ha frequentato i set cinematografici fin da bambino, introdotto nel mondo dello spettacolo dal padre, attore e cantante, nonostante la sua passione fossero sempre state le arti marziali. Fu proprio grazie alle sue capacità fisiche che iniziò a lavorare a Hollywood in ruoli di comprimario sia in tv (la serie Il Calabrone Verde) che al cinema (L’investigatore Marlowe), ma fu grazie all’industria cinematografica di Hong Kong che il suo talento raggiunse l’apice interpretando il ruolo del protagonista nella “trilogia di Chen”: “Il furore della Cina colpisce ancora” (1971), “Dalla Cina con furore” (1972) e “L’urlo di Chen terrorizza anche l’Occidente” (1972), del quale curò anche sceneggiatura e regia. “I 3 dell’Operazione Drago” (1973), prodotto negli Stati Uniti e distribuito con enorme successo da Warner Bros., sarà invece la consacrazione di Bruce Lee nell’olimpo delle grandi star d’azione internazionali, ma il film uscirà postumo, dopo neanche un mese dalla morte dell’attore.
Per approfondire l’argomento, Wonderland ha interpellato Roger Garcia, uno dei massimi esperti mondiali di cinema di arti marziali, consulente del Far East Film Festival di Udine ed ex direttore dell’Hong Kong International Film Festival e dell’Asian Film Awards Academy. Altro ospite della puntata è il maestro Giacomo De Angelis, autore del libro Le arti marziali tradizionali cinesi in epoca moderna. Ignoranza e decadimento. Infine, Wonderland ha chiesto a Nanni Cobretti, fondatore de I 400 calci, rivista del cinema da combattimento, di stilare una classifica dei più grandi eredi di Bruce Lee.