Rai.it
Rai

"Passato e Presente" ricorda il terremoto in Irpinia

Su Rai3 con Paolo Mieli e Giovanni De Luna

(none)
La sera del 23 novembre 1980 un sisma di magnitudo 6.9 sconquassa la terra devastando vaste aree dell’Irpinia e provocando 3000 morti. A 40 anni da quello che fu il sisma più violento registrato in Italia dopo la Seconda Guerra Mondiale, "Passato e Presente" in onda lunedì 23 novembre alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia, ripercorre le diverse fasi della catastrofe che mise in ginocchio uno dei territori più poveri della penisola, contando, oltre ai morti, più di ottomila feriti e trecentomila senzatetto. Una tragedia che mise in luce l’inadeguatezza della macchina dello stato. A denunciare il colpevole ritardo dei soccorsi fu il Presidente della Repubblica Sandro Pertini in un memorabile discorso alla televisione che terminava con un appello alla nazione, in cui incitava a portare aiuti alla popolazione colpita dal terremoto. Un appello che fu recepito da migliaia di volontari che, nei giorni immediatamente successivi alla scossa, accorsero in massa in Irpinia. In studio con Paolo Mieli, il professor Giovanni De Luna analizza la tragedia, l’impatto che questa ebbe sul tessuto sociale, la risposta delle istituzioni e le modalità con cui la criminalità organizzata speculò sul disastro.