Rai.it
Rai

Su Radio3 ripartono i concerti del Quirinale alla Cappella Paolina

L'evento sarà trasmesso in diretta anche su Rai5

(none)
Domenica 18 ottobre tornano i concerti del Quirinale di Rai Radio3 alla Cappella Paolina che secondo le disposizioni vigenti sull’emergenza epidemiologica, si svolgeranno per il momento  dal vivo, ma senza pubblico. Nell'eventualità che questa situazione si protragga, a partire dai prossimi appuntamenti, tutta la stagione andrà in streaming video sui siti Rai e del Quirinale. La giornata del 18 sarà uno Speciale per questo nuovo inizio con l’Ensemble Kreutzer dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, che eseguirà, fra l’altro, il Settimino op. 20 di Beethoven. In quest’occasione il concerto, una produzione di Rai Radio3 con Rai Quirinale, sarà in diretta anche su Rai5. La trasmissione durerà dalle 11.50 alle 13.30, e in questo tempo verranno trasmessi degli estratti dal documentario di Rai5 “Sinfonie di Rinascita”, presentato all’ultimo Prix Italia e andato in onda per la prima volta lo scorso primo ottobre. Due musicisti dell’ensemble commenteranno gli inserti del documentario.
La diciannovesima edizione proseguirà fino a giugno 2021 con modalità che verranno eventualmente modificate in base all’andamento dell’emergenza e ai successivi provvedimenti delle autorità competenti. «L'assenza del pubblico», dice Marino Sinibaldi direttore di Rai Radio3, «ci pesa molto, perché i concerti del Quirinale, negli anni, oltre all'eccellenza musicale, si sono rivelati un grande momento di partecipazione pubblica e di apertura delle istituzioni ai cittadini. Nonostante le condizioni eccezionali e dolorose, attraverso le nostre trasmissioni, le nostre piattaforme e la diretta streaming video, faremo ogni sforzo per mantenere questa dimensione, tanto più necessaria di fronte ai rischi di isolamento e di limitazione della socialità».
La programmazione, naturalmente, privilegerà solisti o gruppi da camera, quindi di piccole dimensioni: il 25 ottobre sarà di scena il giovanissimo pianista Giovanni Bertolazzi, secondo classificato al Premio Venezia 2019, il concorso che premia i migliori neolaureati dei nostri Conservatori. In seguito il Trio Gustav, violino violoncello pianoforte (primo novembre), il Quartetto Antonelliano della Rai con viola aggiunta (8 novembre) e il pianista bulgaro Emanuil Ivanov, primo classificato al Concorso Busoni 2019, in un concerto dedicato alla memoria di Arturo Benedetti Michelangeli nel centesimo anniversario della nascita.
Il 22 novembre il Trio di clarinetti di Alessandro Carbonare e il 29, un altro omaggio significativo, quello per il trentesimo anniversario della scomparsa di Luigi Nono, con Ciro Longobardi che eseguirà “Sofferte onde serene” per pianoforte e nastro registrato. Il jazz tornerà il 6 dicembre con Chiara Civello e Rita Marcotulli, voce e pianoforte, mentre il concerto del 13 dicembre vedrà protagonista la musica di Roberto De Simone, che per l’occasione ha composto un brano per quartetto d’archi e chitarra dedicato al Presidente Mattarella.
La stagione riprenderà poi dal 10 gennaio 2021. Fra i molti appuntamenti si segnalano, fino a Pasqua, il concerto per il Giorno della Memoria, al Quirinale il 31 gennaio, affidato all’Ensemble Novantiqua, quello per il Giorno del Ricordo, il 7 febbraio, con musica dell’istriano Giuseppe Tartini eseguito da L’Astrée, il prestigioso gruppo italiano di musica celtica Birkin Tree (28 febbraio), la violista Danusha Waskiewicz in duo con Andrea Rebaudengo al pianoforte (7 marzo), il pianista Giuseppe Guarrera (14 marzo) e infine, per la domenica delle Palme, un concerto per la Settimana Santa che vedrà insieme due gruppi vocali liguri che ruotano.