Rai.it
Rai

Tutto su mia madre. Nuovo docu-reality su Rai3

Storie ordinarie e straordinarie di madri italiane 

(none)
Quante storie mai raccontate si celano nella vita delle madri? Quante di loro sono state e sono protagoniste di storie sorprendenti e inaspettate? Quanto veramente i figli conoscono la vita della propria madre? 
“Tutto su mia madre”, il nuovo docu-reality prodotto da Stand By Me per Rai3, in onda dal 14 settembre alle 20.25 - dal lunedì al venerdì per sei settimane - racconta le vite ordinarie e allo stesso tempo straordinarie delle mamme italiane, restituendo un ritratto emozionante e sorprendente di quella che è, da sempre, la figura fondamentale nella vita di ciascuno e la spina dorsale su cui si regge la nostra società: la madre. Ma non solo: offre anche una riflessione sulla condizione femminile nel nostro paese, su come sia cambiato il ruolo delle donne, su quanti passi avanti siano stati fatti verso la parità di genere e quanto ancora ci sia da fare.
Il programma ci farà conoscere trenta donne di età, storie, provenienze, caratteri ed estrazioni sociali differenti. Ex sportive, attiviste, imprenditrici, casalinghe, donne scampate alla persecuzione nazista o che hanno dovuto affrontare gravi problemi di salute del proprio figlio. Ognuna di loro, dalla prima donna laureata in Ingegneria Aeronautica alla pescatrice di Procida che si divide tra barca e famiglia, custodisce una vita di gioie e di sacrifici: gesti di “eroismo quotidiano”, difficoltà da superare, avventure, scelte coraggiose che hanno cambiato la propria vita e quella dei figli. E sono proprio loro, i figli, a scoprire la vita sorprendente, passata e presente, delle madri, che ripercorrono così il loro percorso di donna da un punto di vista diverso: quello degli occhi del figlio. Cuore di ogni puntata è infatti il “faccia a faccia” della mamma con il proprio figlio: i due si raccontano, se necessario si chiariscono parlandosi a cuore aperto, riscoprendo emozioni e ricordi comuni e trovando nuovi punti d’incontro. La narrazione si arricchisce anche del contributo di altre persone, familiari e amici.
Le storie della prima settimana:
VANIA e MARIA GIULIA (Bologna) – in onda lunedì 14 settembre - Vania è la figlia di un militante del PCI che decide di chiamarla così in onore di un soldato russo. È una femminista convinta, una sessantottina, che però si dimostra molto apprensiva e protettiva nei confronti della figlia, Maria Giulia. Le sue preoccupazioni aumentano quando la ragazza decide di lasciare un lavoro stabile per gestire un bar. Proprio a causa delle ansie materne le due subiscono un allontanamento, per poi riavvicinarsi in un momento per entrambe molto difficile.
 
PAOLA e ROBERTA (Roma) - in onda martedì 15 settembre - Paola è felicemente sposata e ha due figli. Dedica tutta sé stessa, facendo rinunce e sacrifici, a quella che crede sia una famiglia modello, fino a quando non scopre i tradimenti del marito. Non rivela nulla ai figli, ma vive anni difficili, in cui pensa anche al suicidio. Tiene un diario segreto sul quale annota tutto e sua figlia Roberta, un giorno, lo trova e scopre il segreto che la madre aveva tenuto nascosto a tutti. Oggi Paola consiglia a sua figlia (madre di cinque bambini e con una vita sentimentale felice) di non scegliere mai tra lavoro e vita privata.
 
STEFANIA e SARA LUCE (L’Aquila) - in onda mercoledì 16 settembre - La loro foto ha fatto il giro del mondo: dopo il terremoto a L’Aquila, Stefania viene ritratta con lo sguardo perso mentre sua figlia Sara Luce, che all’epoca aveva sette anni, dorme impassibile. Entrambe hanno ben visibili i cerotti e le ferite del sisma. Quella foto, a distanza di dieci anni, è simbolo di resistenza e rinascita: dopo tante peripezie legate alla sfera privata, mamma e figlia guardano con fiducia e ottimismo al futuro. Sara è stata scelta anche come Dama della Perdonanza a L’Aquila.
 
PASQUALINA e ROSANNA (Caserta) -  in onda giovedì 17 settembre – La storia di Pasqualina comincia come lavapiatti in un ristorante di Caserta. Lì si innamora del proprietario del locale e solo dopo molto tempo i due riescono a sposarsi, dopo l’approvazione della legge sul divorzio. L’uomo muore quando i loro figli sono ancora giovani e quindi a crescerli è Pasqualina, che chiede ai ragazzi di lavorare nel ristorante di famiglia. Oggi è uno dei locali più rinomati in Campania, grazie alla figlia Rosanna, chef, che ha conquistato una stella Michelin.
 
LUCIA e BEND (Taranto) - in onda venerdì 18 settembre - Lucia è una donna single di cinquanta anni che ha sempre lavorato e al tempo stesso si è goduta la vita, tra viaggi e vita sociale. Ad un certo punto decide di iniziare a fare volontariato per un’associazione che si occupa di intrattenere e divertire i bambini migranti appena sbarcati a Taranto, diventandone in seguito responsabile. È qui che conosce Bend, ventenne camerunense. Lui è sdraiato a terra con un asciugamano sulla testa. Lucia gli chiede se vuole dell’acqua e gli tiene la mano. Qualche tempo dopo questo loro primo incontro, lui le chiederà di essere sua madre. È così che entrambi intraprendono questo percorso insieme.