Rai.it
Rai

Didattica a distanza per il ripasso di storia

Su Rai Storia (canale 54) e su RaiPlay

(none)
Nuovo appuntamento con la didattica a distanza targata Rai: un ripasso della storia attraverso secoli di civiltà, culture, successi e fallimenti del genere umano.  Due ore di approfondimenti a disposizione degli studenti che potranno seguirle, a partire da lunedì 14 settembre alle 15.00, dal lunedì al venerdì, sul canale tv Rai Storia, e online su RaiPlay con approfondimenti sul portale RaiCultura.it e interazioni sui social di Rai Storia con hashtag #raistoriaperglistudenti.
Si parte con “a.C.d.C – Storia del mondo”, in onda lunedì 14 settembre alle 15.00. Il professor Alessandro Barbero con “a.C.d.C.” percorre un viaggio epico a fianco dei protagonisti che hanno reso il mondo quello che è oggi grazie ai progressi e i cambiamenti attraverso i secoli, partire dai primi insediamenti in Mesopotamia alle meraviglie di Babilonia ed Egitto, dalla Rivoluzione Francese a quella Industriale. 
Dal 24 settembre, nello stesso orario, “a.C.d.C – Pianeta Egitto” racconterà, invece, la storia dell'Antico Egitto e dei suoi faraoni, dal periodo pre-dinastico fino alle ultime dinastie. Ogni puntata si concentrerà sugli aspetti cruciali che caratterizzarono l'antica civiltà: dalla sorprendente ascesa dei primi regnanti alle guerre che combatterono, dalla struttura sociale e religiosa dell'impero all'ambizione e all'immortalità dei faraoni.
Dal 30 settembre, sarà Cartagine la protagonista di“a.C.d.C. - Come i Cartaginesi  hanno cambiato il mondo”. Fondata nell’814 a.C. da alcuni coloni fenici, Cartagine diventa uno degli empori commerciali più importanti del Mediterraneo e fulcro di un impero che comprende anche le coste orientali della penisola Iberica, la Sardegna e la Sicilia occidentale. Dopo anni di convivenza pacifica, il potere di Roma finirà per scontrarsi con quello di Cartagine. Seguiranno “a.C.d.C. Come i Greci  hanno cambiato il mondo”, la storia della regione del Mediterraneo dove, quasi tremila anni fa si gettano le fondamenta della civiltà occidentale: l’antica Grecia, culla dell’Europa moderna; “a.C.d.C. Come gli Arabi hanno cambiato il mondo” dedicata al mondo arabo portatore di una cultura raffinata che, a partire dall’ottavo secolo, ha saputo trasmettere ai regni cristiani conoscenze nei campi della medicina, della matematica, della filosofia e dell’astronomia. 
Alle 16.00, invece, a partire da lunedì 14 settembre, la serie “1939 – 1945. La seconda guerra mondiale”, presentata da Paolo Mieli e narrata da Carlo Lucarelli, racconterà in venti puntate la storia della seconda guerra mondiale dall’invasione della Polonia fino alla Liberazione e al crollo del nazifascismo. Un racconto per immagini con materiali di repertorio “restaurati” in alta definizione e edizioni di grandi documentari provenienti dalle Teche Rai con rare interviste a protagonisti e testimoni ormai scomparsi. Il percorso tematico, dalla politica e la diplomazia alle alleanze e al contesto internazionale, si alterna alla guerra, con le grandi battaglie, le nuove armi, le strategie militari e la resistenza di chi si oppone con ogni mezzo a Hitler e Mussolini.