Rai.it
Rai

2 agosto 1980, la strage di Bologna

Quarantesimo dell'attentato, su RaiPlay l'antologia delle Teche Rai dal 2 agosto

(none)

E’ il 2 agosto del 1980. Ore 10.25. Alla stazione centrale di Bologna, mentre una folla di viaggiatori si appresta a partire, esplode un ordigno nascosto all’interno di una valigia. Una bomba di 23 Kg di esplosivo causa la morte di 85 persone e il ferimento di oltre 200, in un attentato che resta il più grave nel nostro Paese dal dopoguerra. A 40 anni dalla strage di Bologna, RaiPlay propone una raccolta delle principali inchieste che ricostruiscono i fatti, anche attraverso le dolorose parole dei sopravvissuti. Si parte con il “Tg2 Dossier” condotto da Giuseppe Marrazzo, il giorno successivo alla strage.  Lo speciale racconta in tempo reale la reazione di Bologna al terribile attentato mentre le ultime macerie dell’ala ovest venivano rimosse.  Si continua con il “Tg3 Settimanale” con un servizio di Alfio Borghese, Marco Leto e Enzo Inserra che segue la giornata di lavoratori e lavoratrici dei sindacati in viaggio verso Bologna per partecipare ai funerali delle vittime della strage. Il viaggio nella Bologna degli anni 80 continua con “Un giorno in pretura”, la vicenda del lungo processo contro i presunti responsabili dell’attentato. Conduce Alberto La Volpe, invece, lo “Speciale del Tg1”, aperto da un servizio di Elena Campanella, “Appena ieri”, che rievoca la terribile giornata del 2 agosto 1980, a cinque anni dall’atto terroristico. Tra gli altri documenti delle Teche Rai anche “La tredicesima ora di Marina Gamberini”: Carlo Lucarelli ricostruisce l’attentato con il racconto della Gamberini, la ragazza della foto simbolo della strage sopravvissuta alla bomba di Bologna. E sempre con le parole dei sopravvissuti e con i momenti precedenti all’esplosione, si apre la puntata de “La Storia siamo noi” che poi prosegue con l’analisi della strage alla ricerca, mai conclusa, dei responsabili.