Rai.it
Rai

Concerto Primo Maggio, Ad Salini "Grande segnale di fiducia"

Calandrelli (Rai3): "Musica per sperare e ripartire"

“Una serata di Servizio Pubblico per il lavoro attraverso la musica che ancora una volta unisce. Grazie a tutta la Rai che, in condizioni non facili, ha costruito un evento dedicato a tutti i lavoratori, in grado di mettere insieme riflessioni e leggerezza trovando l’apprezzamento del pubblico. E un grazie speciale agli artisti che, in un momento molto difficile, hanno saputo dare nuovamente un grande segnale di fiducia nel futuro”. Così l’Amministratore Delegato Rai, Fabrizio Salini, commenta l’ottimo risultato d’ascolto del Concerto del Primo Maggio, andato in onda ieri sera su Rai3. Un appuntamento che tra le 20.03 e le 00.22 è stato visto da 2 milioni 254 mila spettatori con uno share dell’8,6 per cento, miglior risultato degli ultimi dieci anni.
“E’ stata una serata straordinaria per Rai3, di autentico servizio pubblico, e gli ascolti lo confermano” – dice la direttrice di Rai3, Silvia Calandrelli. “Una grande serata - costruita in collaborazione con Cgil, Cisl e Uil - di musica di eccezionale qualità con lo sguardo sempre rivolto al mondo del lavoro: musica per ricordare, in un momento come quello che stiamo attraversando, l’importanza del lavoro e della sua dignità. Musica per sperare e ripartire”.
“Voglio ringraziare Ambra – prosegue Calandrelli - che ci ha trasmesso le sue vere emozioni e con quelle ci ha guidato in questo piccolo viaggio, gli autori che hanno sapientemente interpretato lo spirito giusto nello scrivere un programma che non era una festa ma un omaggio al Paese, ai lavoratori, ai cittadini tutti in un momento difficile. Un grazie sincero a regista, produttrice, tecnici e maestranze Rai che hanno saputo trovare un modo di lavorare anche in questi tempi, come dice Vasco, “di distanziamento fisico e non sociale”. E un grazie a Massimo Bonelli e alla sua squadra per una selezione musicale di altissima qualità”.