Rai.it
Rai 4

Wonderland

Il ritorno dello xenomorfo, il nuovo speciale su Alien

(none)
Dopo aver celebrato, lo scorso anno, il quarantennale del capolavoro di Ridley Scott, Wonderland torna a parlare di Alien, una delle saghe di fantascienza più celebri della storia del cinema. Nella puntata speciale in onda su Rai4 martedì 24 marzo alle 23.25, il magazine dedicato al fantastico incontra il documentarista Alexandre Philippe, oltre a testimoni diretti della genesi e della lavorazione della saga, come Carmen Giger, vedova dell’artista H.R. Giger, che ha creato il look del mostro alieno, il suo storico agente Leslie Barany e l’interprete di quattro film della saga Sigourney Weaver. 
Presente alle ultime edizioni del Festival del cinema fantastico di Sitges e di Trieste Science+Fiction, Alexandre Philippe è autore del documentario Memory - The Origin of Alien, che per la prima volta in assoluto mostra materiali dall’archivio dello sceneggiatore Dan O’Bannon. Philippe conduce un complesso viaggio nella genesi dell’opera del 1979 creando una stretta connessione tra lo script di O’Bannon, la visione onirica di Giger e l’esecuzione di Scott, non lesinando in fondamentali aneddoti, come il punto comune tra l’artista svizzero e il regista inglese da ritrovare nell’opera di Francis Bacon Tre studi per figure ai piedi della croce.
“Lo xenomorfo di Alien esisteva prima ancora che Ridley Scott immaginasse di fare il film. Era presente in un dipinto di Giger intitolato Necronom IV, dove sostanzialmente c’era un alieno fatto e finito”. Ha dichiarato Carmen Giger, vedova del visionario artista Hans Ruedi Giger, ai microfoni di Wonderland che l’ha incontrata presso l’HR Giger Museum a Gruyères, in Svizzera. Tra i numerosi ricordi, Carmen Giger si focalizza sul disegno dell’iconico space jockey, da cui Giger era particolarmente affascinato, e l’influenza che l’iconografia e l’arte egizia hanno avuto sulla sua opera.
Per ricostruire la formazione creativa all’origine di Alien Wonderland ha intervistato Leslie Barany, storico agente di Giger. Dall’influenza dei vecchi fumetti horror alle suggestioni ricavate dai b-movie dell’epoca della Guerra Fredda, Barany trova l’ideale incontro tra le menti di Giger, Scott e gli sceneggiatori Dan O’Bannon e Ronald Shusett. 
Infine, Wonderland ha incontrato anche Sigourney Weaver, interprete di Ellen Ripley, nemesi per eccellenza dell’alieno, che ha spiegato il peso che questo personaggio ha avuto sulla sua carriera sull’immaginario cinematografico femminile.