Rai.it
Rai 5 e Rai Storia

L'offerta straordinaria di Rai Cultura su Arti e Storia

La grande danza di Bolle, teatro e un viaggio nel tempo

(none)
Shakespeare “raccontato” da Bolle, il teatro di Gogol’, la scrittura di Carlo Levi e un viaggio storico alla scoperta delle Signorie italiane. Sono le proposte di Rai Cultura per il pomeriggio di giovedì 26 marzo, nell’ambito dell’offerta dedicata a studenti, insegnanti e appassionati su Rai5 e Rai Storia. 
Su Rai5 si comincia alle 16.00 con uno dei capolavori di Nikolaj Gogol’ riletto dalla regia di Damiano Michieletto: “L’ispettore generale”, un’opera grottesca e satirica che è una graffiante denuncia della corruzione pubblica. 
Alle 18.45 è la volta di tre grandi étoiles come Alessandra Ferri, Roberto Bolle, Massimo Murru e del Balletto del Teatro alla Scala che portano in scena il mondo popolato di fate ed elfi del “Sogno di una notte di mezza estate”, tratto dall’omonima commedia di Shakespeare e nella versione firmata da un genio della coreografia del XX secolo: George Balanchine, su musica di Felix Mendelssohn-Bartholdy. L’offerta dedicata di Rai5 si chiude alle 20.30 con “L’altro ‘900” che si sofferma sul valore della testimonianza civile e politica, ma soprattutto profondamente umana, lasciata dallo scrittore Carlo Levi.
Nel pomeriggio di Rai Storia si continua a viaggiare nel tempo in compagnia di Edoardo Camurri. Ad aprire la programmazione, alle 15.00, è “Viva la Storia” con una puntata dedicata all’abbigliamento nei secoli, mentre alle 15.30 diventano protagoniste le città delle “Signorie”, prima tra tutte Firenze.
Si prosegue alle 16.30 con “1939-1945: la Seconda Guerra Mondiale” che affronta il capitolo legato alla resistenza: quella dei partigiani, ma anche quella e quella delle popolazioni civili sotto i bombardamenti. Alle 17.30, infine, “L’Italia della Repubblica” ripercorre gli anni del riflusso e del disimpegno politico e ideologico.