Rai.it
Rai 5 e Rai Storia

L'offerta straordinaria di Rai Cultura su Arti e Storia

Dai segreti del comandare alla scrittura di Vasco Pratolini

(none)
Chi è stato il più grande condottiero della storia? Parte da questo interrogativo – e prosegue tra pagine di storia, teatro, musica e letteratura – l’offerta televisiva che Rai Cultura propone a studenti, insegnanti e appassionati nel pomeriggio di venerdì 27 marzo su Rai Storia e Rai5.
Alle 15.00, Edoardo Camurri apre gli appuntamenti di Rai Storia con “Viva la Storia!” che, tra eserciti antichi e moderni, va alla scoperta del poter del comando. Alle 15.30 “Signorie” racconta Padova e la famiglia Da Carrara - che regnò sulla città per gran parte del XIV secolo – anche con il contributo dell’ex campionessa di nuoto e giornalista Novella Calligaris.
Alle 16.30, obiettivo su uno dei punti di svolta del secondo conflitto mondiale: “1939-1945: la Seconda Guerra Mondiale” si sofferma sull’Operazione Overlord, lo sbarco alleato in Normandia, nella notte tra il 5 e il 6 giugno 1944.
L’offerta di Rai Storia si conclude alle 17.30 con “L’Italia della Repubblica” che ricorda gli anni di Craxi e del Pentapartito, l’alleanza paritaria tra Dc, Psi e partiti laici.
Su Rai5 l’offerta dedicata si apre con il teatro e “Il giardino dei ciliegi”, l'ultimo lavoro teatrale di Anton Čechovc che ruota intorno a una famiglia aristocratica ormai decaduta e alla sua proprietà messa all’asta per riuscire a pagarne l'ipoteca. La versione proposta è quella del Piccolo Teatro di Milano con Giorgio Strehler alla regia e Valentina Cortese e Monica Guerritore tra gli interpreti.
Un altro grande palcoscenico milanese è protagonista alle 18.45: dalla Scala la Salome di Richard Strauss, su libretto di Edwig Lachmann dall’omonimo dramma di Oscar Wilde, andata in scena nel 2007. Protagonista, la grande Nadja Michael, alle prese con una delle sue parti predilette.
L’offerta di Rai5 si conclude alle 20.30 con "L'altro '900", dedicato a Vasco Pratolini e alla sua opera, con letture affidate all’attore Alessio Vassallo.