Rai.it
Rai 5

Save the date

Speciale Farnesina Digital Art Experience

Storia e architettura si fondono con l’arte digitale e visuale: 14 tra i più importanti studi italiani di Arte digitale e design hanno reso possibile tutto ciò attraverso il progetto Farnesina Digital Art Experience in cui il fronte principale del Palazzo della Farnesina a Roma, sede del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale della Repubblica Italiana, è diventato una tela di travertino bianco su cui liberare tutto il genio e la luce possibile. Lo racconta il programma di Rai Cultura “Save the date” con lo speciale in onda in prima visione domenica 16 febbraio alle 20.45 su Rai5. Un’esperienza unica, progettata in occasione del ventesimo anniversario della fondazione della Collezione di arte contemporanea italiana alla Farnesina, spiegata da Stefano Fake e i progettisti di questo grande evento.
La facciata in travertino dell’edificio neoclassico, una delle architetture simbolo del nostro Paese, larga 169 metri e alta 51 metri, è diventata una grande tela per le spettacolari proiezioni video di 14 studi italiani, specializzati in arte digitale, che hanno realizzato una mappatura della facciata, tra giochi di luce e proiezioni di monumenti, incendi e cascate d’acqua. 
Il progetto è stato promosso dal Ministero degli Esteri in collaborazione con Bright Festival, realtà digitale specializzata nella multimedialità in ambito visual. Lo spettacolo svoltosi in data unica a Roma sabato 14 dicembre 2019 sarà ripetuto in versione ridotta tra il 2020 e il 2021 in altre sei città nel mondo, all’interno di una mostra collettiva itinerante organizzata dagli Istituti Italiani di Cultura.
Sono intervenuti a illustrare il progetto: Stefano Fake, Direttore Artistico Farnesina Digital Art Experience; Umberto Vattani, Ambasciatore a riposo; Giuseppe Pastorelli, Diplomatico Italiano; Gianfranco Maraniello, Storico dell'arte; Oriana Persico, Artista; Claudio Caciolli, General Manager Bright Festival; Lorenzo Angeloni, Direttore Generale Promozione Sistema Paese Ministero Degli Esteri.
Tutta l’Italia, da Sud a Nord, è stata rappresentata dai professionisti dei 14 studi specializzati in arte digitale:  Max De Ponti di Olo Creative Farm, Davide Carioni di Wöa Creative Company, Federico Bigi di Apparati Effimeri, Luca Agnani di Luca Agnani Studio, Gaianè Kevorkian di Mou Factory, Francesco Bernabei di Monogrid, Andrea Maioli di Kanaka Studio, Alessio Cassaro di Antaless Visual Design, Gianluca Del Gobbo di Flxer, Andrea Criscione di Pixel Shapes, Huynh Hong Son di Antica Proietteria, Michele Pusceddu di Michele Pusceddu, Marco Noviello di Ooopstudio E The Fake Factory.