Rai.it
Rai 3

Passato e Presente

Dresda 1945 L'inferno di fuoco

E' durante la Grande Guerra che vengono effettuati i primi bombardamenti sulle città. Ma i primi studi teorici sulla guerra aerea iniziano al termine delle ostilità. In Italia è il generale Giulio Douhet a riconoscerne le potenzialità: l’aviazione, per lui, è l’unica arma in grado di risolvere rapidamente un conflitto, bombardando gli obiettivi militari, ma anche le città, per colpire il morale della popolazione. Queste tesi ottengono ovunque ampi consensi e nella seconda guerra mondiale, dopo i progressi compiuti dall’aviazione negli anni Trenta, trovano la massima applicazione. Ciò che accade a Dresda nel febbraio del 1945 è il culmine di un’escalation di terrore cominciato col bombardamento tedesco di Varsavia, nel settembre del ’39. Ne parla il professor Alessandro Barbero con Paolo Mieli nel nuovo appuntamento con “Passato e Presente” in onda giovedì 13 febbraio alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia. La capitale della Sassonia, la “Venezia sull’Elba” è devastata dai bombardieri alleati.