Rai.it
Rai 1

ItaliaSì

I perseguitati dai call center, le insidie delle fake news, i limiti della realtà virtuale.

Torna domani, sabato 15 febbraio, alle 16.40 su Rai1, l’appuntamento con il podio di ItaliaSì, con Marco Liorni e, al suo fianco, Manuel Bortuzzo, Mauro Coruzzi, Rita Dalla Chiesa, Elena Santarelli.
In questa puntata di ItaliaSì salgono sul podio Lorenzo, uno dei tanti perseguitati dai call center, Alice, Miss Italia 2015, finita in ospedale per una dieta fatta sotto il controllo di un nutrizionista. E poi il Coronavirus e la nube di SO2, gli animali domestici buttati dalle finestre, i virus nei ghiacciai, fra notizie ufficiali e fake news.
Si affronteranno anche tematiche delicate, che accendono e dividono gli animi del pubblico portando in alcuni casi a duri confronti. Questa settimana, per esempio, si cercherà di capire dove può arrivare la realtà virtuale, con una mamma che non si è arresa davanti alla morte della figlia e ha preferito vivere con la sua immagine virtuale.  Per l’attualità, invece, la storia dei tre figli di Arianna Manduca, uccisa dal marito nel 2007, che avevano avuto un risarcimento di 250 mila euro con i quali hanno avviato un’attività. Ora però la procura ha chiesto la restituzione del risarcimento. Salirà sul podio il figlio maggiore di Arianna Manduca insieme al padre adottivo, cugino della mamma assassinata.
A pochissimi giorni dalla fine di Sanremo 70, poi, il podio di italiaSì sarà a Napoli sul palco de "Una storia da cantare" con Enrico Ruggeri e Bianca Guaccero, dove molti artisti si sono riuniti per interpretare i cantautori che hanno fatto grande il Festival.
E a proposito di Sanremo, sul podio salirà Mauro Iandolo, che ha interpretato sul palco la canzone delle Vibrazioni attraverso la lingua Lis come performer: un servizio innovaticvo, reso per la prima volta anche durante le cinque serate di questo Sanremo 70 a cura della RAI, Direzione Pubblica Utilità.