Rai.it
Rai 3 e Tg3

Chi è di scena

Gianfranco Fulgenzi tra illusioni e delusioni della vita

Nuovo appuntamento sabato 11 gennaio su Rai 3 con “Chi è di scena”, la rubrica settimanale del Tg3 a cura di Gianfranco Fulgenzi. Illusioni e delusioni della vita, amori malati e ossessioni materne, da Shakespeare a Cechov, da Molière alla psicanalisi. Ecco gli argomenti che propone agli appassionati di teatro e spettacoli in questo numero: Cavalcata tragicomica. Franco Branciaroli protagonista di “Falstaff e il suo servo”, un testo costruito da Nicola Fano e Antonio Calenda ripercorrendo le opere in cui compare il travolgente personaggio shakespeariano. 
Vita da single. Che vuole un figlio. Nancy Brilli porta in scena, con talento e leggerezza, “A che servono gli uomini”, commedia musicale scritta trent’anni fa da Iaia Fiastri con musiche di Giorgio Gaber. E diretta oggi da Lina Wetmuller. Occasioni mancate, aspirazioni deluse. Diretto dalla regista ungherese Szekely al Carignano di Torino “Zio Vanja”, il grande dramma di Anton Cechov. Quando gli uomini non sono capaci di essere felici. Secondo capitolo della trilogia che Mario Perrotta, da autore, interprete e regista, dedica alla famiglia. Dopo il padre indagine sulla madre. Figura sacra per gli italiani, ma che in alcuni casi genera rapporti viscerali che condizionano la vita dei figli. Amore malato. Arturo Cirillo regista e interprete di “La scuola delle mogli” di Molière. L’esperimento di un nevrotico vittima del proprio gioco. Perché la natura e il cuore vincono tutte le regole. Primi amori. Una compagnia di giovani, da poco diplomati alla scuola Orazio Costa, mette in scena al Niccolini di Firenze “Il quartiere”, dal romanzo di Vasco Pratolini.