Rai.it
Rai 5

Pop Icons

Madonna and The Breakfast Club

C’è stato un tempo, nella New York di fine anni Settanta, in cui Madonna si chiamava ancora Madge e, anziché cantare, suonava la batteria per il suo primo gruppo, i Breakfast Club. Agli esordi, infatti, l'artista non voleva diventare una regina della pop music. Le bastava diventare famosa. In un primo momento tenta di diventare una ballerina di successo. Poi, grazie ad un gruppo di amici musicisti, i Breakfast Club, ci prova con la musica dove arriva talmente in alto da seminare la band dietro di sé, ad anni luce di distanza. Il documentario di Guy Guido “Madonna and The Breakfast Club”, in onda in prima visione mercoledì 4 dicembre alle 21.15 su Rai5 per il ciclo “Pop Icons”, ricostruisce questo periodo con interviste ai collaboratori del tempo, immagini originali e parti ricostruite, in cui il ruolo della regina del pop è interpretato dall'attrice esordiente Jamie Auld, vero e proprio clone della musicista che a tratti si fa fatica a distinguere dalla vera Madonna. 
Nel documentario compaiono anche video, nastri e lettere che Daniel Gilroy, fondatore dei Breakfast Club insieme al fratello Ed, nonché all'epoca compagno di Madonna, ha consegnato al regista.