Rai.it
Rai 1

Tv7

Tra le storie del Tg1: l'Italia che frana, la crisi dell'ex Ilva, il caso di Daphne Caruana Galizia, Tiziano Ferro contro il bullismo

Nel sommario di Tv7, le inchieste e le storie del Tg1, in onda domani, venerdì 29 novembre, su Rai1 a mezzanotte:
ITALIA FRAGILE. Dalla Liguria alla Calabria, reportage di Tv7 sull’Italia che frana.  Crolli, smottamenti, case isolate, decine di famiglie costrette a lasciare le loro case. Interi paesi assediati dai cedimenti e lasciati al proprio destino. Un disastro che parla di cambiamenti climatici, abbandono del territorio e fallimenti istituzionali. E i fondi per la manutenzione sembrano svanire nel nulla. 
ACCIAIO D’ITALIA. L’Italia già oggi importa più acciaio di quanto ne produce. La crisi dell’ex Ilva rischia di peggiorare molto la situazione.  Viaggio di Tv7 nell’industria siderurgica italiana. Da Trieste, dove tra pochi mesi chiuderà l’area a caldo della ferriera di Servola, alla Brianza, dove viene trasformato l’acciaio di Taranto, fino a Napoli dove le nostre telecamere sono entrate nell’area ex Italsider di Bagnoli: 250 ettari, abbandonata da 30 anni, e ancora in attesa di bonifica e di futuro.  
LE NUOVE AGORÀ. Sono ormai diversi mesi che in molti Paesi lo spazio pubblico per eccellenza – la Piazza – ha smesso di essere il simbolo del Potere ed è diventato il simbolo di una contestazione sempre più virulenta. Succede in Cile come ad Hong Kong, passando per diversi Paesi dell’America Latina, dell’Africa del Nord e del Medio Oriente: Bolivia, Colombia, Algeria, Sudan, Libano, Iraq, Iran. Le scintille sono state diverse, ma nelle modalità e negli obiettivi un filo comune c’è. Nei paesi arabi, è un’onda lunga che parte dalle “primavere” del 2010/2011 e che pare ormai irreversibile. Sono rivolte o rivoluzioni? Ne parlano a Tv7 Paolo Magri, Paola Caridi, Daniele Raineri e Alberto Martinelli. 
CASO DAPHNE, IL GOVERNO TREMA. A due anni dall’omicidio della giornalista Daphne Caruana Galizia, si dimettono due ministri, scattano le manette per il braccio destro del premier Muscat e del medico di Yorgen Fenech, l’imprenditore arrestato perché sospettato di essere il mandante dell’omicidio. Tremano i “palazzi” a Malta. La nostra inviata tra i clamorosi sviluppi giudiziari, le proteste dei giovani in piazza e la testimonianza di Corinne Vella, sorella della giornalista uccisa. 
IL PLANTOIDE. Costruire robot prendendo spunto dalle piante, dalle loro radici, dalle loro foglie. Dalla loro “intelligenza adattiva”: a Pontedera c’è un centro di eccellenza mondiale nella robotica che ottiene grandi risultati costruendo macchine che imitano radici e foglie delle piante. Lo dirige la dottoressa Barbara Mazzolai, una autorità nel campo. La capacità di crescere delle piante, spiega, è nelle loro parti estreme. Basta imitarle per studiare sottosuolo, aria, ambiente che ci circonda
IL CORAGGIO DI SCRIVERE. Incontro con Paul Auster, tra i più grandi scrittori statunitensi viventi. A Tv7 parla della sua America. L’amarezza per il tempo presente, la complessità del vivere, la grandiosità della letteratura, la verità e il coraggio che si celano nell’atto della scrittura. 
“ORA BASTA”. Scende in campo contro il bullismo Tiziano Ferro. In occasione dell’uscita del suo ultimo album “Accetto miracoli”, il cantante parla con Vincenzo Mollica del peso di certe parole utilizzate nella vita reale e sul web per denigrare. Parole capaci di ferire profondamente un adolescente fino a provocare veri e propri drammi. Alle offese subite quando era più fragile, Tiziano Ferro ha anche dedicato un brano del suo album.