Rai.it
Rai Radio

La Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

Teatro, speciali, testimonianze e approfondimenti: un palinsesto dedicato su tutti i canali di Rai Radio

(none)
Importante l'impegno della radiofonia firmata Rai in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, che si celebra il 25 novembre in Italia e nel mondo. Nel fine settimana di Radio1 spazio in 'Il sabato mattina' con Le storie di Radio1” alle 6.30, “Inviato speciale” alle 8.30 e, domenica mattina” “Vittoria” dedicheranno spazi dei programmi al tema della violenza contro le donne. Lunedì 25 novembre “Il mattino di Radio1” alle 5.00; “Giorno per giorno” alle 10.30”; “In viva voce” alle 15.30; “Italia sotto inchiesta” alle 18.00 e Zapping (dalle 19.30 alle 21.00) tratteranno l’argomento con una programmazione ad hoc. Rai Radio 3, dal canto suo, ha scelto di dedicare al tema due serate teatrali in diretta dalla Sala B di via Asiago 10, una puntata de L’idealista e un ciclo di 'Tre Soldi'.  All’interno della IX edizione di “Tutto Esaurito! Il mese del Teatro di Radio3”, a cura di Antonio Audino e Laura Palmieri, domani, sabato 23 novembre alle 21 è in programma “Tutto quello che volevo - Storia di una sentenza”, uno, spettacolo in cui si ragiona - attraverso la vicenda di una delle ragazzine coinvolte nel caso di prostituzione minorile del quartiere Parioli di Roma - del valore della dignità, di giustizia, di condizione della donna, e di come i media raccontano, caricandoli di particolari scabrosi, reati che coinvolgono la sfera intima delle vittime, rendendole due volte tali. Ospite della serata, condotta da laura Palmieri, la Giudice Paola Di Nicola alla cui coraggiosa sentenza è dedicato lo spettacolo: al posto di un risarcimento economico, la Giudice ha infatti scelto la strada della cultura e della consapevolezza, disponendo che uno degli imputati risarcisse la giovane vittima con una serie di titoli sulla storia e il pensiero delle donne.
Lunedì 25 novembre alle 21, sempre dalla Sala B e in diretta su Rai Radio3, ci sarà la prima di una lettura scenica di brani da” La camera di sangue e altre storie” di Angela Carter per l’adattamento di Loredana Lipperini, anche conduttrice della serata, e la regia di Veronica Cruciani con Marco Cavalcoli, Manuela Mandracchia e Marina Occhionero. Una riscrittura della fiaba di Barbablù che conferma, dopo le serate dedicate a Il racconto dell’ancella di Margaret Atwood e agli scritti di Shirley Jackson, l’attenzione di Rai Radio 3 per le scrittrici che hanno raccontato le donne.
A Radio3 Mondo si parlerà della mostra fotografica “Violenza al platino”, reportage di Bruno Zanzottera (ParalleloZero) e della giornalista Valentina Milani nella zona delle miniere di platino del Rustenberg in Sudafrica, dove si estrae il più grande quantitativo al mondo di platino e dove si registra anche uno dei più alti tassi di violenza sulle donne al mondo. e, alle 14.30 sempre il 25 novembre, la puntata de “L’Idealista” sarà “Women of the ghetto - 5 regine della Trojan Records” con una playlist dedicata a cinque regine del reggae proprio per celebrare le molte donne influenti che incarnano il sound del roots reggae e rendere omaggio alle figure femminili che hanno aperto la strada alle artiste reggae della scena contemporanea. Alle 19 in “Hollywood Party”, in diretta dal Torino Film Festival, ci sarà Simone Manetti, regista di “Sono innamorato di Pippa Bacca”, documentario dedicato all’artista assassinata durante la performance “Spose in Viaggio”, con cui si proponeva di attraversare, in autostop, undici Paesi  teatro di conflitti armati, vestendo un abito da sposa per promuovere la pace e la fiducia nel prossimo. In podcast, disponibile sul sito di Rai Radio 3 e sull’app Raiplay Radio, ci saranno le tre puntate di Tre Soldi dedicate all’adattamento radiofonico del film Santa Subito di Alessandro Piva. Rai RadioLive, in occasione della Giornata, dedicherà due programmi del suo palinsesto iniziando da domenica 24 novembre, dove a “Questioni di Stilo, in onda alle 18. si parlerà della “WeWorld Onlus”, un’associazione che si batte contro le tante troppe vittime di violenza, sfruttamento e abuso nel mondo: in particolare, il focus di WeWorld è sulla piaga delle “spose bambine”. Sabina Stilo intervisterà Marco Chiesara, Presidente della onlus; Giorgio Zucchello, Responsabile Dipartimento Programmi Sostegno a Distanza e Elena Caneva, Coordinatrice Centro studi.
Martedì 26 novembre, invece, nella puntata di “Non solo performing arts” in onda alle 19, Monica Bartocci intervisterà Francesco Olivieri, autore del lavoro teatrale “NOI”: sei monologhi, tre maschili e tre femminili, per parlare di violenza nelle relazioni. La rappresentazione ha coinvolto circa 100 attrici e attori professionisti, associazioni che da anni si dedicano al tema della violenza sulle donne, carceri, scuole superiori, biblioteche e librerie. 
Rai Radio Techetè , dedicherà una puntata speciale del programma curato da Paola Guerci “L’Ora delle Donne” al tema della violenza sulle donne, attraverso la ricerca di testimonianze fra nastri e bobine di Radio Rai , per costruire il percorso e le tante battaglie che negli anni hanno portato in Italia alle leggi che contrastano la violenza di genere. Si partirà dal 25 novembre, non scelta a caso: è il ricordo di un brutale assassinio avvenuto nel 1960 nella Repubblica Dominicana, ai tempi del dittatore Trujillo. Tre sorelle, di cognome Mirabal, considerate rivoluzionarie, furono torturate, massacrate, strangolate. Buttando i loro corpi in un burrone venne simulato un incidente. Non sempre, non ovunque, le cose sono cambiate da quel giorno. La violenza sulle donne ha molti volti; dai reati come la violenza fisica a quella sessuale, lo stupro, senza dimenticare la violenza psicologica. Sarà uno speciale di oltre 3 ore che parte dal caso del “massacro del Circeo” del 1975 dove due ragazze furono brutalmente stuprate ed una di loro uccisa. Un evento che scatenò l’opinione pubblica italiana facendo mobilitare le piazze contro la violenza sessuale sulle donne. Nel corso dello speciale di Radio Rai Techetè si ascolteranno le voci di alcuni processi che hanno visto l’attivismo e la forza di Tina Lagostena Bassi, una delle donne più impegnate dagli anni 70 contro la violenza sulle donne. E poi la voce di Dacia Maraini, Franca Rame, Dario Fo, Giovanna Melandri, Carla Mazuca e Isabella Rauti. Dagli archivi di Radio Rai si riproporranno anche le prime interviste delle responsabili di Telefono Rosa degli inizi degli anni 90 Anna Maria Seganti e Maria Sciullo. E ancora la psicoterapeuta e deputata Gianna Schelotto e il lavoro della giornalista Mariella Gramaglia e di una giovanissima Lucia Annunziata.Fino ad arrivare alla legge cocosiddetta “codice rosso” di recente approvazione. Le due puntate speciali di “Questioni di Stilo” e “Non solo performing arts” si ascoltano al link www.radiolive.rai.it, oppure su Rai Play Radio, sulle radio Dab + e sul digitale terrestre televisivo. Infine, i Giornali Radio Rai- Gr1, Gr2, G3- dedicheranno al tema servizi nelle edizioni principali di domenica 24 e lunedì 25 novembre.