Rai.it
Rai 3

Commissari- sulle tracce del male

Torna Pino Rinaldi con una nuova serie di casi di cronaca giudiziaria

(none)
Venerdì 29 novembre, alle ore 23.05 su Rai3, "Commissari – sulle tracce del male", il programma condotto da Pino Rinaldi e realizzato in collaborazione con la Polizia di Stato, torna nella sua terza edizione con il racconto di dodici nuovi casi di cronaca giudiziaria, narrati dall’investigatore che ne ha condotto le indagini.  Storie che hanno coinvolto, dal punto di vista umano e professionale, il “Commissario”, protagonista di puntata che, ripercorrerà insieme al conduttore, passo dopo passo, l’attività investigativa svolta con la sua squadra. Ciascun episodio verrà arricchito dal materiale documentaristico di repertorio e dalla testimonianza e dai ricordi di chi, in prima persona, ha vissuto quella vicenda. Un percorso sulle “tracce del male” a caccia di insospettabili assassini  ma anche di  storie di vittime, di verità e giustizia. 
Nella puntata di venerdì :Il mistero della mamma scomparsa.
È il 26 marzo 2008, una giovane donna, Dina Dore, mamma di una bimba di 8 mesi sembra essere scomparsa nel nulla. Il marito, quando rientra a casa trova l’auto della moglie parcheggiata nel garage. Accanto a terra, il seggiolino con la bimba che dorme. Ci sono delle tracce di sangue, la borsetta della donna è in terra, gli oggetti sono sparpagliati sul pavimento. 
Siamo a Gavoi, un piccolo paese in provincia di Nuoro, nella Barbagia, terra dai panorami mozzafiato ma tristemente nota per i sequestri di persona. Pino Rinaldi e il dirigente della Polizia di Stato Fabrizio Mustaro ripercorrono le fasi di questa indagine intricata e ricca di colpi scena.
“Commissari - Sulle tracce del male” è un programma di Giuseppe Rinaldi prodotto da Rai in collaborazione con Banijay Italia e la Polizia di Stato, scritto con Fabrizio Berruti, Daniela Bricca, Dean Buletti con la collaborazione di Chiara Grigoletto. Produttore esecutivo Banijay Italia Giovanna Canosa, Produttore esecutivo Rai Valeria Durante, Regia Dean Buletti.