Rai.it
Rai

PRIX ITALIA 2019: I VINCITORI DEI PREMI SPECIALI

Riconoscimenti a Germania, Olanda e Giappone

Un progetto che vince due volte: dopo essersi aggiudicato il Prix Italia nella sezione Web Factual, “Notizie serie in stile Instagram” si aggiudica anche il Premio Speciale in onore del Presidente della Repubblica Italiana. Anche in questo caso, giurati concordi nel ritenere il progetto una “opportuna mediazione tra linguaggio, media e comunicazione. I giovani oggi sono lontani dai modi specifici dei media tradizionali e il programma è un efficace strumento per diffondere le News e un’opportunità, nella prospettiva del servizio pubblico, di far crescere nei giovani stessi la consapevolezza di essere informati”.
Va all’Olanda, invece, il nuovo Premio Speciale della Giuria degli Studenti. I 32 giovani giurati delle Università di Roma “Roma Tre”, “Sapienza” e “Tor Vergata” scelgono “Io vedo quello che tu non vedi”, progetto Web Factual che affronta il tema della depressione. “Questo progetto – scrivono - può essere un’opportunità, per le persone depresse, di comprendere meglio la loro condizione ed eventualmente chiedere aiuto; e, per tutti gli altri, di percepire il mondo con gli occhi della depressione. È un’esperienza cupa, ma coinvolgente”. I giovani giurati attribuiscono anche una Menzione Speciale a “Ricostruire l’occupazione” della Ctv, Repubblica Ceca.
Il Premio Signis, infine, va al Giappone - unico Paese non europeo tra i vincitori di quest’anno – per “Un mondo chiassoso di silenzio”. Perché, si legge nelle motivazioni “ci consente di entrare in modo potente nel mondo delle persone con sordità. Grazie ad una narrazione attraverso i gesti ed i sottotitoli, possiamo entrare profondamente in relazione con la forza con cui essi affermano la loro identità che è una forza capace di offrire speranza per il futuro. Il semplice linguaggio usato dai bambini, protagonisti del documentario, aiuta lo spettatore a comprendere meglio la realtà in cui vivono”.
Anche nel Premio Signis una Menzione Speciale: “Selvaggi. Al centro degli zoo umani” di Arte France.