Rai.it
Rai

Quarant'anni fa l'omicidio Ambrosoli

La programmazione per ricordare un uomo coraggioso

(none)
Quarant’anni fa, l’11 luglio 1979, viene ucciso a Milano Giorgio Ambrosoli, avvocato ed esperto in liquidazioni amministrative, che sta indagando sulle attività illecite del banchiere siciliano Michele Sindona. A ucciderlo sono tre colpi di Magnum 357, mentre rincasa dopo una serata trascorsa con gli amici. Un uomo dal profondo impegno civile ed etico che Rai ricorda giovedì 11 luglio con una programmazione dedicata, a partire dalle 7.20 su Rai1 a Uno Mattina Estate. Ampio copertura informativa, inoltre, nelle edizioni di Tg e Gr, mentre Tg2 Post alle 21.00 ripercorrerà la sua storia.
Su Rai Premium, alle 19.00, il film “Qualunque cosa succeda” di Alberto Negrin con Pierfrancesco Favino, Anita Caprioli e Massimo Popolizio che tratteggia la figura di un uomo consapevole che la sua ricerca della verità lo avrebbe portato a diventare nemico di molte persone.
Su Rai Storia il ricordo è affidato a “Il giorno e la Storia” - in onda a mezzanotte e dieci e in replica alle 5.30, 8.30, 11.30, 14.00 e 20.10 – che ripercorre le tappe dell’omicidio compiuto da William J. Aricò, un sicario prezzolato fatto appositamente giungere dall’America. Nessuna autorità pubblica è presente ai funerali di Ambrosoli ad eccezione dei vertici della Banca d’Italia. Il 18 marzo 1986, Michele Sindona e Roberto Venetucci, quest’ultimo un trafficante d’armi e tramite con il killer, vengono condannati all’ergastolo per il delitto Ambrosoli.
Rai Cultura web e social, infine, propongono - tratta da una puntata di Tam Tam, programma d'inchiesta del Telegiornale a cura di Nino Crescenti - un'intervista ad Ambrosoli, presso il suo ufficio alla Banca Privata italiana, di cui era liquidatore dal 1974, su mandato ricevuto da Guido Carli, allora governatore della Banca d'Italia.