Rai.it
Rai

Rai, scuse di Salini su caso "Realiti"

AD Rai: "Episodio inaccettabile, chiediamo scusa"

"Quello che è avvenuto è inaccettabile e non può e non deve accadere”. E’ quanto afferma in una nota l’AD Rai Fabrizio Salini, che ribadisce quanto già affermato stamattina nella nota aziendale diffusa a proposito dell’episodio avvenuto nel corso della prima puntata di “Realiti”, in onda su Rai2.
“Abbiamo il dovere di essere garanti della legalità - dice Salini - In questo caso non lo siamo stati, chiediamo scusa ai parenti di Falcone e Borsellino, ai familiari di tutte le vittime della mafia e ai telespettatori. E’ in corso un’istruttoria per stabilire le responsabilità. Come ho detto più volte, per la Rai è un obbligo civile, morale e culturale essere rispettosi della legalità: ad essa devono essere ispirate le immagini e le parole che si susseguono nei nostri programmi. E’ una legalità che deve guidare i contenuti che pensiamo e che poi mandiamo in onda, l’informazione che proponiamo, i modi in cui ci comportiamo. Parlare di legalità attraverso le nostre voci e le nostre immagini deve essere la principale missione della Rai, una missione che lega i concetti di cultura e legalità. Purtroppo questo non è avvenuto l’altra sera, non ci sono giustificazioni e mi spiace che un episodio del genere rischi di offuscare la ferma condanna che pure il programma ‘Realiti’ ha evidentemente manifestato e le molte cose buone, di servizio pubblico, che ogni giorno la Rai propone”.